Advertisements
Breaking News
Il podio (foto Tadeusz Mieczynski)

Salto: Grande Russia dietro ad Austria e Germania; video del record di Karelin

A Zakopane va in scena la gara a squadre dal trampolino grande; è la prima occasione per valutare il livello delle varie compagini e lo spirito di gruppo in situazioni delicate.

Un forte vento impedisce lo svolgimento dei salti di prova, poi la brezza si affievolisce quel che basta per dare il via, non senza provocare problemi, come succede all’azzurro Bresadola, primo a lanciarsi e piuttosto a disagio e ondeggiante in volo.

Tra le 10 compagini in gara, si intuisce subito che Italia e Finlandia sono al momento qualche gradino sotto e sono destinate ad essere escluse dopo la prima manche; situazione terribile per la squadra norvegese, al via malgrado i tragici avvenimenti di Oslo e comprensibilmente poco combattiva, in particolare nella seconda manche.

La Polonia si illude con un grande salto di Maciej Kot, che fa meglio dell’austriaco Loitzl e dopo il primo degli 8 salti porta la squadra di casa al comando. L’illusione dura poco, perché Mietus e soprattutto dei deludenti Kubacki e Stoch spingono il team lentamente giù fino al sesto posto finale. Passa così in prima posizione l’Austria, che non ha problemi ad incrementare gradualmente il vantaggio con un discreto Koch, un buon Schlierenzauer e un superbo Morgenstern.

Al termine della prima manche sono addirittura 67,5 i punti di vantaggio per gli austriaci sui tedeschi, che dopo un inizio preoccupante con Schmitt si rifanno con Hocke, Freitag particolarmente in forma e Freund. Al terzo posto si inserisce a sorpresa la Russia, con Karelin secondo solo a Morgenstern e gli altri 3 a fornire il loro contributo.

Polonia e Norvegia possono ancora sperare nel podio, come la Cechia, mentre delude il Giappone e lo sloveno Kranjec appare sottotono come i suoi compagni.

Nella seconda manche l’Austria amministra il vantaggio senza strafare; anche Morgenstern, pur ottenendo il miglior punteggio, sembra non dare il massimo, a differenza dei 4 tedeschi, tutti oltre i 120 m. e come sempre autori di performance superiori alle gare individuali quando si gareggia in squadra. La Germania si consolida così al secondo posto, davanti ai russi che si confermano oltre ogni attesa nel finale: Kornilov, Ipatov e Rosljakov non sbagliano e Karelin va a prendersi il record del trampolino con un volo di 138,5 metri e parecchie difficoltà a non cadere.

Bene al 4° posto la Cechia, con Janda che ritrova buone sensazioni.

Nelle immagini, il salto record di Pavel Karelin

Classifica

Team Event, Zakopane, 22 luglio 2011

Il podio (foto Tadeusz Mieczynski)

 

 

Segui la Serie D in diretta su Facebook

Advertisements

Commenta

comments

About A. Grilli (Kraut)