Home / Ciclismo / Parigi-Champs Elysees: 21ª tappa Tour de France in diretta live

Parigi-Champs Elysees: 21ª tappa Tour de France in diretta live

Il Tour de France 2011 termina con la vittoria di Cadel Evans davanti ai due fratelli Schleck. Nella volata finale di Parigi è ancora Mark Cavendish, alla sua quinta vittoria di tappa. Dietro Boasson, Greipel e Farrar. Ottimo il sesto posto del trentino Oss, delude Petacchi arrivato solo 19°. Cavendish vince la maglia verde della classifica a punti. Rolland è il miglior giovane maglia bianca, la maglia a pois va allo spagnolo Samuel Sanchez.

Classifica generale

1 EVANS C. 141 BMC RACING TEAM 83:45:21
2 SCHLECK A. 11 LEOPARD TREK +01:33
3 SCHLECK F. 18 LEOPARD TREK +02:30
4 VOECKLER T. 181 TEAM EUROPCAR +03:20
5 CONTADOR A. 1 SAXO BANK SUNGARD +03:57

Classifica tappa

1 CAVENDISH
2 BOASSON HAGEN
3 GREIPEL
4 FARRAR
5 CANCELLARA
6 OSS

La diretta della tappa

17.28

E Cavendish fa 5 vittorie, confermando la sua maglia verde per la classifica a punti. Male il nostro Petacchi.

17.26

Swift ripreso. Si deciderà come previsto con una volata.

17.24

Iniziano a formarsi i treni per la volata, Swift è rimasto solo al comando insieme a Bak, gli altri sono stati ripresi. Swift ha 13” di vantaggio

17.22

Ultimo giro del circuito a 6 km dalla conclusione del tour. I sei fuggitivi stanno per essere raggiunti, hanno 12”di vantaggio, mentre dal gruppo parte l’attacco di Barredo, subito ripreso.

17.17

Ultimi dieci km di questo Tour. Sempre i sei fuggitivi in testa con un vantaggio di 26”. Nel gruppo in fuga c’è anche Bak, un compagno di squadra di cavendish, che chiaramente sta controllando la situazione e non collabora con i compagni di fuga.

17.05

20 km all’arrivo. I sei fuggitivi incrementano ed ora hanno 39” di vantaggio dal gruppo. In precedenza c’è stata una caduta di Barredo dellaRabobank, per fortuna il ciclista si è subito ripreso ed è tornato in gruppo.

16.54

Siamo giunti a 27 km dall’arrivo. I sei in fuga (Roy, Koren, swift, Paulinho, Riblon,Bak) hanno ancora mezzo minuto di vantaggio dal gruppo.

16.44

Un gruppetto di sei uomini ha un vantaggio di mezzo minuto, tra loro Swift e Roy. Intanto Cavendish ha guadagnato qualche punticino in classifica maglia verde nei confronti di Rojas, nello sprint intermedio.

16.36

Primo giro completato ad un’andatura molto alta. Attacco di Rui Costa che ha un leggero vantaggio. Lo spagnolo, però, viene subito ripreso.

16.29

Primo passaggio a Parigi. Ora è previsto un circuito di otto giri. Il ritmo si è finalmente alzato ed in testa a guidare il gruppo ci sono sempre gli uomini della BMC di Cadel Evans

16.23

Siamo giunti a -56 Km dall’arrivo di Parigi. Il ritmo si mantiene blando ed il gruppo prosegue compatto. Vedremo sicuramente del movimento in prossimità del 59 Km quando ci sarà lo sprint intermedio.

16.13

Chiudiamo la carrellata delle classifiche con la maglia gialla, quella riservata al leader della corsa. Cadel Evans si appresta a vincere il suo primo Tour con un vantaggio di 1’34” sul lussemburghese Andy Schleck. Sul gradino più basso del podio c’è l’altro fratello Frank Schleck. Voeckler, in giallo per dieci tappe, chiude al 4° posto davanti a Contador. I nostri italiani Cunego e Basso sono settimo ed ottavo. E ‘ la prima volta che un australiano vince il tour ed è anche la prima volta che due fratelli salgono entrambi sul podio di Parigi.

16.04

Roy è stato eletto il corridore più combattivo del Tour. Il francese è stato protagonista di parecchie fughe ed ha avuto per ben due volte l’onore di indossare il numero rosso della combattività.

15.55

Passiamo alla maglia verde, quella a punti. Al momento è Cavendish il leader, ma l’arrivo odierno potrebbe cambiare tutto. L’inglese, infatti, ha 15 punti di vantaggio sullo spagnolo Rojas, al terzo posto c’è il belga Gilbert staccato di 50 punti. E’ una classifica che ha fatto parlare moto negli ultimi giorni dopo la decisione della giuria di gara di ripescare per ben due volte i tanti velocisti finiti oltre il tempo massimo nelle tappe alpine. Lo scorso anno fu Petacchi a vincere questa classifica.

15.47

La maglia a pois, riservata agli scalatori, va allo spagnolo Samuel Sanchez. E’ dal 1974 che questa maglia non veniva conquistata da un corridore iberico. Sanchez ha vinto a Luz ed è arrivato secondo a Plateau de Beille e sull’Alpe d’Huez. Dietro di lui in classifica Andy Schleck, Vanendert, Evans, Frank Schleck e Contador.

15.26

Iniziamo con la maglia bianca, la classifica riservata ai giovani. L’erede di Andy Schleck, che l’ha indossata negli ultimi tre anni, è il francese Pierre Rolland, vincitore sull’Alpe d’Huez. Il francese è la speranza futura del pubblico di casa che attende dal lontano 1985 una vittoria casalinga. Al 2° posto della classifica giovani c’è l’estone Taaramae a 46”, mentre terzo è un’altra speranza transalpina: Jerome Coppel

15.21

Aria di grande serenità nel gruppo quando mancano 88 Km all’arrivo. Ne approfittiamo per fare un riepilogo generale di tutte le classifiche di questo Tour de France

15.07

La tappa è partita in questo momento. 95 km da coprire con un traguardo intermedio al km 59.5. C’è aria di festa in testa al gruppo, la maglia gialla Cadel Evans ne approfitta per fare delle foto con le moto di servizio. Prima del via, classica foto di gruppo tra i ciclisti che indossano le maglie delle varie classifiche (gialla, verde, bianca e a pois).

15.00

Buongiorno a tutti gli utenti di direttaradio.it Siamo giunti all’ultima tappa del 98° Tour de France. Oggi ci sarà la classica passerella che porterà i ciclisti al traguardo di Parigi, dove con molta probabilità saranno i velocisti a giocarsi la tappa. Il favorito di oggi è chiaramente la maglia verde Mark Cavendish che proverà a centrare la quinta vittoria in questo Tour. Avversari Farrar, Greipel, Hagen e lo spagnolo Rojas, secondo nella classifica a punti. Per l’Italia occhi puntati su Petacchi e sul giovane trentino Oss che ha impressionato sul traguardo di Montpellier.

Advertisements

Commenta

comments

Su Andrea Izzo

Appassionato di calcio e di musica, ex nuotatore che si dilettava sui campetti di periferia cercando di imitare, con scarsi risultati, gli idoli Roberto Baggio e Manuel Rui Costa. Sin dalla sua nascita ho collaborato come redattore per Gamefox Network che mi ha fatto scoprire la passione per la scrittura e per il web.