Breaking News

Pato rischia il carcere. Dal Brasile: “non paga gli alimenti al figlio”

Dai cuoricini al carcere. Questa è la storia di Alexander Pato, attaccante del Milan e della nazionale brasiliana che fino a pochi mesi fa festeggiava i suoi gol con i cuori dedicati alla moglie  Sthefany Brito. Poi la separazione per un matrimonio durato neanche un anno (luglio 2009-aprile 2010) e una nuova storia con Barbara Berlusconi.

E oggi la notizia che giunge dal Brasile: Gisela Pazini, avvocato di Sthefany Brito ha dichiarato “Stiamo studiando il modo migliore per chiedere il carcere per Alexandre Pato“. Il motivo è che l’attaccante non avrebbe tirato fuori neanche un centesimo per gli alimenti del figlio secondo quanto detto dall’avvocato. In Brasile la legge è molto dura con chi non paga gli alimenti ai figli e lo abbiamo già visto con Romario che poche settimane fa ha avuto lo stesso problema. Ma per il momento il tribunale di Rio de Janeiro ha dato ragione a Pato, che già aveva accolto il ricorso del giocatore, che chiedeva una sospensione del pagamento di 50mila reais (circa 22mila euro). Ma l’avvocato della Brito non si da per vinta e tira fuori un presunto accordo tra Pato e l’ex moglie: “Quando si sono sposati, nel luglio 2009, lui le ha detto che avrebbe dovuto smettere di lavorare, e in cambio lui avrebbe depositato 50mila reais ogni mese sul suo conto corrente. Il pagamento è andato avanti fino a quando i due sono rimasti sposati, poi si è interrotto. Dopo il divorzio, lui le ha offerto 5mila reais al mese fino alla fine dell’anno, somma che la mia cliente ha giudicato insufficiente“. E poi aggiunge: “La verità è che Pato non ha mai pagato un centesimo per la mia cliente. Sono sicura che riusciremo a far annullare questa sospensione. Stiamo studiando la forma migliore per chiedere il carcere per Pato per inadempienza”. Tranquilli invece i legali di Pato che sono sicuri che il giocatore non rischia nulla e non pagherà niente poichè una nuova decisione del tribunale smentirebbe quella già presa a febbraio e la cosa non è assolutamente ipotizzabile.

Advertisements

Commenta

comments

About Andrea Izzo

Appassionato di calcio e di musica, ex nuotatore che si dilettava sui campetti di periferia cercando di imitare, con scarsi risultati, gli idoli Roberto Baggio e Manuel Rui Costa. Sin dalla sua nascita ho collaborato come redattore per Gamefox Network che mi ha fatto scoprire la passione per la scrittura e per il web.