Ufficiale: Frey al Genoa. Fiorentina che combini? Salta Aquilani.

La Fiorentina non è mai stata così alla frutta. Un progetto che doveva portarla al vertice in 5-6 anni aveva promesso Della Valle, ma dopo quella rapida risalita dalla C2 alla serie A e la conquista della Champions League sono seguite solo annate delundenti. Inoltre da quando è arrivato Corvino il mercato non è stato all’altezza di una squadra e una tifoseria come quella viola, che dopo aver applaudito gente come Toldo, Rui Costa e Batistuta, ed aver sostenuto la propria squadra in mezzi stadi di Europa, si ritrova come una squadra da mezza classifica del campionato italiano. Il mercato appunto non esalta, ma in realtà il mercato non esiste per la Fiorentina. L’unico nome che si è fatto in questo mese è stato quello di Alberto Aquilani: la trattativa dicevano tutti che era conclusa, che il giocatore sarebbe arrivato nel ritiro di Cortina in pochi giorni. Ma oggi termina il ritiro di Cortina e Aquilani non si è ancora visto. E aggiungiamo, non si vedrà mai, nè a Cortina nè a Firenze, almeno che la Fiorentina si dia una svegliata.

Il giocatore giustamente vuole garanzie per il futuro e dopo le promesse non mantenute dalla Juventus che non lo ha riscattato non vuole ritrovarsi in prestito un’altra stagione e poi iniziare nuovamente tutto da capo. Vuole garanzie che la Fiorentina non ha dato e da qui siamo arrivati alla rottura che ormai sempre definitiva. La conferma arriva dall’agente del centrocampista, Franco Zavaglia che ha detto: “Alberto ha dato la sua massima disponibilità a giocare nella Fiorentina, ma non vuole trovarsi nella situazione di dover riconsiderare la sua posizione anche la prossima stagione. Al momento è un giocatore del Liverpool, tanto che ieri è stato impiegato in amichevole contro il Galatasaray, ha giocato e ha giocato anche bene“.

E per un giocatore che non arriva, un altro che lascia Firenze. Fa sempre male quando un giocatore lascia la squadra che tifiamo, ma per Sebastian Frey il tutto si moltiplica. Da sempre è stato uno degli idoli della curva Fiesole e lui ha sempre contraccambiato fornendo prestazioni super. Poi proprio con l’arrivo di Corvino i rapporti si sono leggermente incrinati, fino a quando il ds viola ha preso Boruc, un portiere di grande livello, forse troppo per fare il secondo a Frey. E così il francese ha iniziato a farsi due domande, che non hanno avuto mai risposta a causa anche del grave infortunio che lo ha tenuto fuori per la maggior parte della stagione. Ha iniziato questa di stagione come terzo e sentendosi di troppo ha colto al balzo l’0fferta del Genoa che ha ufficializzato oggi il suo ingaggio. Dopo sei stagioni in viola si trasferisce a Genoa per rilanciarsi e firma un contratto di 5 anni. Ancora però non sono state rese note le cifre dell’operazione. Ecco quanto si legge sul sito del Genoa:

Sarà Sèbastien Frey il nuovo portiere del Grifone. Il club di Villa Rostan, nell’espressione del suo massimo rappresentante il presidente Enrico Preziosi, ha raggiunto un accordo con Acf Fiorentina per il passaggio in rossoblù dell’estremo difensore francese. La ratifica dell’intesa verrà suggellata la prossima settimana, dopo il canonico rito delle visite mediche. Frey, apparso motivatissimo nell’incontro avuto con la famiglia Preziosi, ha voluto fortemente il Grifone, accettando di ridursi l’ingaggio, pur di rilanciarsi su una piazza come quella di Genova.”

E così lascia anche Frey, che dopo Donadel e Santana si son ben guardati da rimanere in una pizza definita senza ambizioni. E’ stato lo stesso Donadel ha dichiararlo, parlando di qualcuno all’interno della società che sta facendo male il suo lavoro e che toglie alla squadra lo spirito giusto. E forse anche per questo che Montolivo non vede l’ora di andarsene.

Advertisements

Commenta

comments

About Andrea Izzo

Appassionato di calcio e di musica, ex nuotatore che si dilettava sui campetti di periferia cercando di imitare, con scarsi risultati, gli idoli Roberto Baggio e Manuel Rui Costa. Sin dalla sua nascita ho collaborato come redattore per Gamefox Network che mi ha fatto scoprire la passione per la scrittura e per il web.