Advertisements
Breaking News

Ciclismo: Clasica San Sebastian, vince Gilbert

La 31^ edizione della Clasica di San Sebastian, corsa che fa parte del circuito UCI World Tour 2011, è andata a Philippe Gilbert. Per lui si tratta del 14° trionfo dopo aver vinto in questa stagione  la Freccia Vallone, l’Amstel Gold Race e la Liegi-Bastogne-Liegi.

La chiave della corsa è ai -3 km dall’arrivo quando Gilbert ha prima neutralizzato un attacco di Barredo e poi si è staccato dai compagni di testa per concludere gli ultimi due km in solitaria. Nulla da fare per Samuel Sanchez che ha provato ad andarsene sulla seconda ascesa dello Jaizkibel con poca fortuna. Delusione per Cunego, molto in difficoltà sulle salite basche, mentre Basso non è riuscito a tenere il passo del gruppo di testa nella parte finale di gara.

CLASSIFICA FINALE

1 GILBERT
2 BARREDO
3 VAN AVERMAET
4 RODRIGUEZ
5 DEVENYNS

CRONACA SCRITTA DELLA GARA

17.10

Ed è Gilbert a vincere la San Sebastian. Il belga rompe un’egemonia spagnola che durava da tre anni. Al secondo posto si piazza Barredo.

17.08

Sanchez e Zubeldia all’inseguimento del belga

17.07

Gilbert in testa ai -2km. Barredo ripreso dal resto del gruppo.

17.03

-3km attacco deciso di Gilbert per riprendere Barreto

17.00

Barredo ha 5” di vantaggio ai -6 km dall’arrivo

16.59

Davanti ci prova Barredo quando siamo ai -7 km all’arrivo. Lo spagnolo ha guadagnato qualche secondo sui compagni di fuga.

16.55

-10 Km all’arrivo, stiamo su un tratto di discesa. Una decina di corridori a guidare, tra questi Gilbert,Samuel Sanchez e Frank Schleck. Purtroppo non ci sono italiani.

16.50

Devolder si stacca, rimangono davanti Vanendert e Zubeldia, ma vengono agganciati da Gilbert, Sanchez e Rodriguez. Cunego in difficoltà, non è presente nel gruppo che comanda la corsa.

16.49

Vanendert e Zubeldia si staccano ed agganciano Devolder. In testa un terzetto con pochi secondi di vantaggio. Dietro si muovono Barredo e Gilbert per riprenderli.

16.43

-20 km all’arrivo.  Devolder mantiene sempre una ventina di secondi di vantaggio. Dietro all’inseguimento si è creato un gruppo di circa dieci unità tra cui Ivan Basso.

16.41

Anche il colombiano Uran prova a staccarsi dal gruppo.

16.39

Devolder ha una ventina di secondi di vantaggio, intanto altri quattro corridori all’attacco, tra questi Hesjedal e Zandio.

16.35

-27 km all’arrivo. Il gruppo è di nuovo compatto. Si attende l’Alto de Arkale per vedere l’attacco vincente. Ci prova Devolder ad attaccare su un tratto pianeggiante.

16.29

-32 km all’arrivo, stiamo su un tratto di discesa con una quindicina di corridori al comando. Tra questi gilbert, Sanchez, Barredo e Vanendert.

16.24

Stiamo sulla discesa del Jaizkibel. Davanti a guidare c’è un gruppetto formato dai favoriti per la vittoria finale. Barredo è leggermente più arretrato nel tratto di discesa.

16.21

Samuel Sanchez viene ripreso.

16.19

Tentativo di attacco di Gilbert che forza l’andatura del gruppo, intanto davanti continua a spingere Sanchez.

16.18

Sanchez e Barredo hanno raggiunto i due fuggitivi.

16.14

Samuel Sanchez, uno dei grandi favoriti, va all’attacco. Stiamo ai -40 Km dall’arrivo. C’è anche un successivo attacco di Barredo.

16.13

Stiamo sui 58” di vantaggio per Kronn e Fisher.

16.09

Rimasti in testa Kronn e Fisher, ma il loro vantaggio è sotto i due minuti.

16.02

Terminato l’Alto de Arkale, i ciclisti si preparano a salire per la seconda ed ultima volta l’alto Jaizkibel. Il vantaggio è sui 2’30”.

15.48

Stiamo sull’Alto de Arkale ed il vantaggio è sotto i tre minuti per i quattro fuggitivi.

15.42

Fuggitivi che perdono ancora, ora il vantaggio è sotto i quattro minuti. Nel gruppo tira sempre l’Euskaltel.

15.25

La prima ascesa dell’Alto Jaizkibel è terminata. I fuggitivi hanno un vantaggio di poco più di quattro minuti.

15.20

Il vantaggio dei fuggitivi scende ancora, ora stiamo sotto i cinque minuti.

15.09

L’Alto Jaizkibel si fa subito sentire, la fuga si riduce a quattro (staccati Ruiz e Brammeier) elementi ed il vantaggio ora è sotto i sei minuti. L’attacco che ha caratterizzato la prima parte di gara si sta lentamente spegnendo.

14.45

Ancora pochi Km alla prima ascesa dell’Alto Jaizkibel. Il vantaggio dei sei fuggitivi (J.Sanchez, Brammeier, Kronn, Lodewyck, Fisher e Ruiz) è ora sceso ad otto minuti.

14.32

Ricordiamo che l’Italia vanta sette vittorie in questa corsa. La prima è datata 1991 con Gianni Bugno. Chiappucci, dopo essere arrivato secondo nel 92, vince nel 1993 con un podio tutto italiano (2° Faresin, 3° Volpi). Nel 97 trionfa Rebellin, mentre nel 98 e nel 99 è doppietta per Francesco Casagrande. Nel 2003 ancora un podio tutto tricolore con Bettini primo davanti a Basso e Di Luca. Infine nel 2007 il successo di Bertagnolli.

14.08

Abbiamo superato i 100 km ed il gruppetto di sei corridori mantiene ancora la fuga con un vantaggio che si aggira sui 9’30”.

13.10

Primo aggiornamento dopo circa 70 km percorsi. Gara subito vibrante nelle prime battute con vari tentativi di attacco. Un piccolo gruppetto di sei corridori (J.Sanchez, Brammeier, Kronn, Lodewyck, Fisher e Ruiz) è riuscito a staccarsi, arrivando a guadagnare fino a 10′ di vantaggio. La Euskaltel, però, sta tirando il gruppo e la fuga sembra destinata a terminare.

 

Segui la Serie D in diretta su Facebook

Advertisements

Commenta

comments

About Marco Ferri

Amante dello sport ma sopratutto appassionato di calcio e tifoso del Milan da sempre. Dal 2017 ho iniziato la mia avventura nel giornalismo sportivo, entrando a far parte della redazione di DirettaRadio.