Home / Sport invernali / Salto: seconda l’azzurra Insam dietro a una super Takanashi

Salto: seconda l’azzurra Insam dietro a una super Takanashi

Evelyn Insam conferma la prestazione della qualificazione e piazza due splendidi salti che le valgono il secondo posto nel concorso di Schonach dietro a Sara Takanashi

Temperature elevate e neve marcia a Schonach, ma la zona di atterraggio è ben preparata e non ci sono problemi per la disputa della quinta gara di Coppa del mondo femminile.

La gardenese Evelyn Insam, che ieri in qualificazione aveva staccato la miglior misura, conferma nella prima manche di trovarsi in uno stato di forma brillante. Il suo tecnico chiede l’abbassamento della partenza per permetterle un atterraggio in sicurezza e l’atleta lo ripaga con una morbida parabola che la porta al terzo posto, dietro una straordinaria Sara Takanashi e la campionessa del mondo Daniela Iraschko. La giapponese azzecca il telemark e capitalizza la sua potenza allo stacco per guidare dopo la prima prova con 8 punti sull’austriaca e 11 sull’azzurra.

Molto deludenti la statunitense Hendrickson, che accusa una preparazione incompleta dopo l’infortunio primaverile, e la francese Mattel, sul podio nelle ultime due gare: entrambe sono fuori dalle prime 10. Ventunesima Elena Runggaldier, titubante all’atterraggio, posizione che manterrà al termine della gara dopo un secondo salto più efficace.

Nella seconda manche bene le slovene Pozun e Vtic, che si mantengono alle spalle delle migliori, mentre Hendrickson e Mattel non guadagnano granché. La norvegese Sagen, quinta alla pausa, è la prima a superare il punto K ma non ce la fa a superare l’austriaca Seifriedsberger, la quale resta davanti per soli 6 decimi di punto.

Ancora partenza abbassata di un livello per Evelyn Insam che dà il meglio di sé e ripete l’ottimo stacco migliorandosi al contatto con la neve; per lei netto vantaggio su Seifriedsberger e podio assicurato. Iraschko deve soccombere all’azzurra, ma salva il podio piazzandosi ex aequo con la connazionale. Resta Sara Takanashi che si dimostra insuperabile, eguagliando i 96,5 metri di Sagen ma con partenza abbassata di 2 livelli; anche i giudici premiano il volo della giapponese con una media di 18,5 punti su 20, cosicché la sua vittoria, la terza di stagione, risulta la più netta di quest’inverno.

Insam sale così per la prima volta in carriera su un podio individuale di Coppa del mondo e domani proverà a ripetersi.

Classifica

Schonach, 5 gennaio 2013

1 TAKANASHI Sara JPN 96.5 96.5 242.1
2 INSAM Evelyn ITA 91.5 94.5 224.3
3 IRASCHKO Daniela AUT 94.5 89.5 219.2
3 SEIFRIEDSBERGER Jacqueline AUT 93.5 95.5 219.2
5 SAGEN Anette NOR 89.5 96.5 218.6
6 POZUN Katja SLO 90.5 91.5 206.5
7 VTIC Maja SLO 87.5 92.0 200.3
8 VOGT Carina GER 89.0 89.5 200.1
9 JAHR Line NOR 92.0 89.0 199.2
10 LUNDBY Maren NOR 86.5 90.5 196.6
11 HENDRICKSON Sarah USA 86.0 89.5 195.6
12 MATTEL Coline FRA 86.0 90.0 195.5
13 JEROME Jessica USA 87.5 90.5 194.1
14 FAISST Melanie GER 85.5 88.0 192.5
15 VAN Lindsey USA 87.5 90.5 191.7
16 ROGELJ Spela SLO 87.0 86.0 191.1
17 DOLEZELOVA Michaela CZE 88.5 87.0 190.9
18 ITO Yuki JPN 85.5 89.0 190.4
19 LOGAR Eva SLO 87.5 89.5 189.4
20 ALTHAUS Katharina GER 84.5 88.0 187.5
21 RUNGGALDIER Elena ITA 87.5 88.0 185.4
22 HIRAYAMA Yurika JPN 85.5 87.0 183.2
23 TEPES Anja SLO 85.5 88.5 182.9
24 LEMARE Lea FRA 83.0 85.0 181.4
25 HUGHES Abby USA 86.0 85.0 179.4
26 TANAKA Atsuko CAN 83.5 85.0 176.7
27 BOGATAJ Ursa SLO 83.0 85.5 175.9
28 GRAESSLER Ulrike GER 85.0 82.5 168.4
29 WUERTH Svenja GER 84.0 84.5 168.3
30 HOELZL Chiara AUT 84.0 81.5 165.6

Coppa del mondo

1 TAKANASHI Sara JPN 440
2 IRASCHKO Daniela AUT 310
3 MATTEL Coline FRA 288
4 HENDRICKSON Sarah USA 276
5 SAGEN Anette NOR 221
6 SEIFRIEDSBERGER Jacqueline AUT 215
7 VOGT Carina GER 185
8 INSAM Evelyn ITA 179
9 VAN Lindsey USA 138
10 POZUN Katja SLO 110

Advertisements

Commenta

comments

Su A. Grilli (Kraut)