Advertisements
Breaking News

Inter, anche Forlan out. E ci sono 7 partite in 23 giorni..

“Forlan ha sentito un dolore molto forte, e questo ci fa pensare che ci sia una rottura delle fibre. Ma ovviamente dobbiamo fare gli esami clinici”. 

E’ quanto dice il medico della nazionale uruguaiana, al termina della partita che ha visto Diego Forlan segnare un gol contro il Paraguay (gara terminata 1-1). Per lui si teme uno stop di almeno due settimane.

Dopo il problema di Lucio durante l’amichevole con il Lugano, dopo che Julio Cesar è tornato malconcio dagli impegni con il Brasile, anche Diego Forlan entra nell’affollatissima infermeria nerazzurra.

Oltre al danno, la beffa. Si, perché dopo la sconfitta contro il Napoli, Ranieri non avrà a disposizione l’intera rosa per affrontare questo autentico tour de force che attende l’Inter. Sette partite nei prossimi 23 giorni, tra campionato e coppa. Si comincia sabato a Catania, ore 18.

Analizzando nel dettaglio la rosa nerazzurra, in difesa ci sono in forse Cordoba e Lucio. Sicuramente indisponibile invece Ranocchia, che tornerà a fine mese. Restano da valutare le condizioni di Chivu, anche lui uscito acciaccato dalla partita col Napoli. In porta Julio Cesar è out per Catania, si potrebbe recuperarlo per la trasferta di Lille.

Al centrocampo nerazzurro non va meglio. Se è stato recuperato Poli, uno dei migliori nella sfortunata amichevole col Lugano, per Catania saranno ancora fuori Thiago Motta e Sneijder, quest’ultimo recuperabile per Lille.

In attacco, dopo l’infortunio di Forlan, sono disponibili solo Milito e Zarate (e non sono in grandi condizioni), senza contare Castaignos, che è ancora tutto da scoprire.

Si vedrà qui la bravura di Claudio Ranieri nel gestire una situazione di emergenza continua. Come al solito, la sosta per le Nazionali non porta buone notizie.

 

Segui la Serie D in diretta su Facebook

Advertisements

Commenta

comments

About DanieleSidonio