Perché Sun Yang non si è presentato alla finale mondiale dei 1500 stile libero?

Grande stupore quando ai blocchi di partenza dei 1500 stile libero, ai mondiali di nuoto di Kazan 2015, non si è visto il cinese Sun Yang. Da giorni tutti gli appassionati di nuoto attendevano di assistere a questa finale che avrebbe messo di fronte, e accanto di corsia, il cinese ed il nostro Gregorio Paltrinieri.

Lo stesso nuotatore italiano, al termine della gara, ha detto di essersi meravigliato ed allo stesso tempo impaurito per l’assenza di Yang. Un’assenza che ha portato ancora più pressioni su Greg, questo il suo soprannome, costretto a vincere a tutti i costi.

Sul momento nessuno si è capacitato dell’assenza dell’atleta cinese che poche ore prima era stato avvistato in vasca per il riscaldamento. Subito hanno iniziato a rimbalzare notizie da tutto il mondo: la Gazzetta dello Sport ha ipotizzato dei problemi cardiaci ma i motivi, come ha riferito la tv cinese, dovrebbero essere dei problemi muscolari che lo stesso Yang ha accusato proprio nel riscaldamento prima della gara. Considerando che non si trattava di una gara corta, il cinese avrebbe scelto di non rischiare una brutta figura. La federazione cinese ha annunciato che si terrà una conferenza per far chiarezza mentre in piscina è uscita la voce che Sung Yang si sarebbe picchiato con due componenti della federazione brasiliana, voce riportata anche da Paltrinieri nell’intervista a Rai Sport.

La FINA abbia parlato di problema al torace. Prima della conclusione dei mondiali, proprio la FINA ha assegnato i premi come miglior e migliore atleta della rassegna: è qui che è ricomparso Sun, visto che la federazione mondiale lo ha incoronato come migliore atleta maschile a Kazan. Il cinese ha dichiarato quanto segue: “Dopo la finale degli 800 il mio corpo non stava bene. Avevo dolori al petto e anche nel riscaldamento di oggi non mi sentivo bene e ho preferito non gareggiare. Mi dispiace. E’ la prima volta che ho problemi al cuore prima di una gara. Ora torno subito in Cina per fare i controlli del caso appena possibile. Ho deciso di ritirarmi da solo, senza parlarne coi tecnici. La litigata con un’atleta brasiliana? No comment“.

GUARDA IL VIDEO DELLA GARA

Advertisements

Commenta

comments

About Andrea Izzo

Appassionato di calcio e di musica, ex nuotatore che si dilettava sui campetti di periferia cercando di imitare, con scarsi risultati, gli idoli Roberto Baggio e Manuel Rui Costa. Sin dalla sua nascita ho collaborato come redattore per Gamefox Network che mi ha fatto scoprire la passione per la scrittura e per il web.