Advertisements
Saturday , 25 November 2017
Breaking News

Sci nordico: Krog, Bjørgen e Peterson, a Kuusamo decide la salita

Ancora una giornata scandinava in questo novembre di sci nordico. Nella sprint di fondo in stile classico la norvegese Marit Bjørgen ha colto un altro successo nettissimo, mentre tra gli uomini si è imposto a sorpresa lo svedese Peterson.

Bjørgen quest’oggi non ha mai dato l’impressione di poter perdere. Inserita in una batteria ostica, insieme a Kowalczyk, Randall e Saarinen, è partita velocissima mettendo in difficoltà le rivali, in particolare la polacca poi eliminata al fotofinish. In semifinale e in finale la campionessa mondiale ha attaccato quando ha voluto, imponendo un passo superiore sulla salita che portava gli atleti al rettilineo finale.
Autorevole prestazione di Charlotte Kalla che ha corso in testa finché ha potuto, ottenendo il secondo posto davanti a Vibeke Skofterud, la quale ha optato per partenze tranquille e progressioni incisive. In questo modo si è replicato il podio della 10 km. di sabato scorso.
Grande soddisfazione per il pubblico di casa per la prova di Anne Kyllönen, generosissima in ogni fase della gara e quinta al traguardo, a compensare la delusione per la prova negativa di Saarinen. Detto dell’eliminazione di Kowalczyk, da segnalare la caduta in semifinale di Visnar e Falla, che avevano destato buona impressione nel primo turno.
Fuori dalle 30 le italiane, decisamente a disagio in questo stile e in questo tipo di gara.

Nella gara maschile cambiano i protagonisti rispetto alle prove dello scorso weekend. Solo Cologna entra in semifinale, dove recita il ruolo di comparsa, mentre Northug colleziona una figuraccia in batteria per aver atteso troppo a piazzare il suo spunto conclusivo.
Sembra che lo scatenato finlandese Pentsinen possa ottenere il grande risultato, ma gli mancano le gambe in finale dopo 3 turni all’attacco; va improvvisamente in crisi in semifinale lo svedese Modin, fino allora sicuro di sé e così è un altro svedese, Teodor Peterson, a vincere per la prima volta in Coppa del mondo. Per lui, finora, solo alcuni piazzamenti nei 10, tra cui un 6° posto a Canmore nel 2010. Decisivo lo scatto sulla salita finale, dove ha distanziato Pettersen e Krjukov, con quest’ultimo in grado di tornare sotto negli ultimi metri a conquistare facilmente il secondo posto.
Italiani anche qui tagliati fuori, con il solo Renato Pasini a punti ma escluso in batteria.

La Coppa di combinata nordica inizia con una rivelazione, quella del 24enne norvegese Magnus Krog, che poteva vantare un 13° posto quale miglior risultato. Ben piazzato dopo il salto (4°), lo studente di Hoydalsmo ha dimostrato grande tenacia per tutti i 10 km. di fondo, piazzando l’allungo decisivo sulla solta rampa finale e concludendo rilassato nel rettilineo d’arrivo.
La prova di salto, anticipata al mattino per l’arrivo dell’imminente e fitta nevicata che ha appesantito la pista di fondo, è stata caratterizzata da un vento molto mutevole, che ha danneggiato più di un atleta, sia tra i più quotati sia tra gli outsiders.
Il detentore della Coppa, Lamy Chappuis, si è dovuto accontentare del 21° posto parziale, di poco davanti al tedesco Rydzek e al norvegese Schmid.
Disastro per l’altro tedesco Frenzel, solo 42° e non al via dell’inseguimento.
Grande volo invece per Tino Edelmann, capace di battere il record del trampolino e di scavare un margine ampio su tutti i rivali. Dietro di lui l’austriaco Denifl e il finlandese Ryynänen, meno forti nel fondo, e proprio Krog, seguito dall’anziano Stecher e dal giapponese Akito Watabe. Ventesimo e 23° i due azzurri qualificati, Runggaldier e Pittin; bene il primo, al di sotto delle previsioni il secondo.
Nella 10 km. Edelmann gestiva tranquillamente il vantaggio, che oscillava fra i 15 e i 35 secondi sui 5 immediati inseguitori, prima di calare nella seconda metà di gara. A 1,5 km. dal traguardo Watabe raggiungeva il leader, seguito da Krog che stringeva i denti e riusciva nell’aggancio, a differenza degli altri 3. Il norvegese, come detto, sorprendeva tutti sull’ultima salita e batteva l’ottimo Watabe tra la delusione dei tedeschi che con Edelmann si sentivano la vittoria già in tasca.
Belle rimonte da parte dei norvegesi Moan e Kokslien, sesto e ottavo, e dei due azzurri, molto convincenti sugli sci stretti. Pittin nel finale batteva Runggaldier ed era 11°. Solo 16° Lamy Chappuis, che riproverà domani, tempo permettendo, a rifarsi.

Nel salto, infine, annullata per maltempo la qualificazione; domani è prevista la gara a squadre, domenica l’individuale.

Classifiche

Kuusamo, 25 novembre 2011

Fondo – Sprint stile classico

Donne

Uomini


Coppa del mondo donne

Coppa del mondo uomini

Combinata nordica

Segui la Serie D in diretta su Facebook

Advertisements

Commenta

comments

About A. Grilli (Kraut)