Major League Baseball World Series 2016: Cubs campioni del mondo!

I Chicago Cubs vincono le  World Series. Un successo che a Chicago aspettavano addirittura dal 1908. Battuti nella decisiva gara 7 i Cleveland Indians, che invece prosegue nella sua maledizione iniziata nel 1948 ed arrivata alla sua terza World Series persa da all0ra.

Piange il “Progressive Field”, almeno in gran parte, visto che Cleveland era stata invasa da tantissimi tifosi dei Cubs. Una sconfitta dolorosa, anche perché oggi ha fallito il grande protagonista Corey Kluber, lanciatore fenomeno che per la prima volta in carriera chiude la gara senza fare nemmeno uno strikeout.

Ma è anche la storia di una partita infinita, in cui gli Indians riescono a rimontare dal 6-3 fino al 6-6, mandando gara 7 agli extra inning. Ma come l’ultima volta che era successo (1997), anche oggi questi extra innings di gara sono maledetti per la tribù. L’ultima volta furono gli allora Florida Marlins a mandare all’infermo Cleveland all’undicesimo, questa volta ai Cubs è bastato il decimo.

Ma ora mettetevi belli comodi, perché quella che state per leggere non è la cronaca di una partita, ma un vero e proprio film, con colpi di scena a non finire.

La gara inizia, bastano tre lanci ed i Cubs sono già in vantaggio: tutto grazie a Dexter Fowler che batte un solo HR e colpisce subito duramente Kluber. Pareggio Indians nella parte bassa del terzo: doppio di Coco Crisp, bunt di sacrificio di Perez e poi valida di Santana che spinge a casa Crisp.

Parte alta del quarto: con un out ed i corridori agli angoli, arriva Russel, batte lungo e spinge Kris Bryant a casa. Ma non è finita perché anche Contreras batte un doppio e Zobrist segna il tre a uno.

Parte alta del quinto ed arriva subito un altro punto con il solo HR di Javier Baez, che fino ad allora era stato il peggiore dei Cubs. Prosegue l’inning, Miller sostituisce Kluber e concede la base ball a Bryant, che poi viene spinto a casa da un doppio di Rizzo, ciao, ciao Indiani?

Ma Cleveland non vuole perdere, così nella parte bassa del quinto e con due eliminati, base ball regalata da Hendricks a Santana. Sostituzione sul monte con Lester che entra e si prende un singolo con interferenza da Kipnis che finisce in seconda. Subito dopo un lancio pazzo non controllato dal catcher appena entrato Ross, manda a casa sia Carlos Santana che Jason Kipnis.

Ross però è all’ultima partita della carriera e la vuole chiudere in maniera speciale; solo HR nella parte alta del sesto e siamo 6-3. Nella parte bassa dell’ottavo entra Aroldis Chapman con un uomo in base, Brandon Guyer batte un doppio ed entra il punto numero quattro degli Indians, Rajai Davies è il battitore successivo e sbatte la pallina fuori dallo stadio: 6 pari.

Ultima ripresa: nella parte alta non segnalata una interferenza di Coghlan interrompe un doppio gioco, ma è una polemica che non avrà esito visto che gli Indians chiudono la difesa senza danni. Nella parte bassa vanno out in serie Santana, Kipnis e Lindor.

Extrainnings, ma la partita viene sospesa per qualche minuto per pioggia, quasi per far diventare ancora più memorabile il dramma. si riparte e Schwarber batte valido, Almora Junior entra come pinch runner e batte valido sulla volata di Bryant, base intenzionale a Rizzo ma Zobrist batte la valida che manda a casa il nuovo vantaggio dei Cubs.

si continua e Russel viene mandato anche lui in base intenzionale e Montero batte ancora valido: 8-6. Gli Indians sono alla disperazione e si ritrovano contro un rookie, Carl Edvard Junior, che manda strikeout Napoli, Ramirez batte ma viene eliminato in prima, Guyer ottiene una base ball, nuovamente tutto nella mazza di Rajai Davies che batte valido e spinge a casa l’8-7.

Cambio sul monte, arriva Mike Montgomery. Sul piatto Michael Martinez che prende uno strike e poi batte una rimbalzante senza un domani; out in prima e Cubs in paradiso ceno anni dopo. Primo titolo per Joe Meddon, la maledizione della capra è finita.

About Antonio Leonardi
Amante dello sport ma sopratutto appassionato di calcio molto originale, specie nella scelta delle squadre da tifare. Dal 2010 inizia la sua avventura nel giornalismo sportivo, collaborando con Diretta Radio e successivamente iniziando a scrivere per diversi quotidiani sportivi locali Contatto: anto_er_vicentino@libero.it