Advertisements
Breaking News

Napoli: Cannavaro “Con l’inter daremo tutto, il San Paolo ci spingerà alla vittoria”

“Con l’Inter daremo tutto”. Paolo Cannavaro parla da napoletano e da capitano alla vigilia di un match importante per gli azzurri che potrebbe aprire uno scenario ampio alla stagione azzurra. “L’anno scorso fummo eliminati ai rigori. – ha proseguito il capitano che si è presentato stamattina in sala stampa per presentare la partita dei quarti di finale di Coppa Italia che si gioca domani sera contro l’Inter con inizio alle ore 20.45  – Speriamo che vada diversamente questa volta e di poter prenderci la rivincita. Noi sappiamo che può essere una partita importante per la nostra stagione e ce la metteremo tutta per passare il turno”.

Cannavaro si è soffermato sul momento poco felice degli azzurri: “Stiamo attraversando un momento della stagione non facile ma è anche vero che sinora abbiamo fatto cose eccezionali in queste stagioni. In campionato siamo in ritardo perché questo dicono i numeri, ma sinceramente noi sentiamo di poter disputare un grande girone di ritorno. Non dimentichiamo che veniamo da un esaltante girone di Champions in cui tutti alla vigilia ci accreditavano poco. Molti pensavano che avremmo fatto uno o due punti, invece di punti ne abbiamo fatti undici. Evidentemente abbiamo pagato lo scotto della fatica in campionato, ma i punti persi in Italia li abbiamo guadagnati in Europa e sono punti che sono piaciuti a tutti”.

Uno sguardo però è rivolto anche agli obiettivi: “Non ci poniamo obiettivi ma è anche vero che vogliamo arrivare quanto più in alto sarà possibile in classifica. Le altre squadre stanno viaggiando con il piede sull’acceleratore e questo va anche detto. Ma noi ci siamo, abbiamo una identità di squadra e siamo consapevoli delle nostre potenzialità. Il cammino è ancora lungo. Noi siamo sereni, il gruppo è forte e sappiamo di poter dare tutto in campo. D’altro canto non abbiamo mai perso nelle ultime gare, abbiamo ottenuto due vittorie e due pareggi e se Pandev fosse stato premiato con il gol nell’ultima splendida giocata a Siena staremmo parlando di un’altra storia”.

Paolo chiama a raccolta il popolo azzurro: “Adesso pensiamo alla partita di domani che per noi ha grande valore. Siamo ai quarti di una competizione che potrebbe aprirci le porte di un trofeo. I tifosi ci daranno grande carica, li conosco bene e so che domani ci spingeranno dal primo all’ultimo minuto. Daremo il massimo come sempre per poter conquistare un risultato importante”.

Nel pomeriggio il Napoli ha sostenuto a Castelvolturno un allenamento atletico e una partitina con le quattro porte. Il Napoli dovrebbe scendere in campo con: De Sanctis in porta; linea di difesa con i titolarissimi Campagnaro, Cannavaro e Aronica; centrocampo con la conferma di Maggio sull’out destro e Zuniga al posto di Dossena su quello sinistro, al centro Gargano e Dzemaili al posto di un affaticato Inler; in attacco dovrebbe essere riproposto il tridente iniziale di Siena Hamsik, Cavani e Pandev ma con il Pocho Lavezzi pronto a subentrare.

Sul fronte mercato in mattinata c’è stato un incontro all’Hilton di Milano tra Mazzoni, procuratore di Lavezzi, e De Giorgis, procuratore di Mancini: non si hanno notizie di cosa sia parlato, ma i bene informati dicono che il tema centrale è stato il Pocho che potrebbe accasarsi a giugno al Manchester City. Il Napoli avrebbe sondato Manolo Gabbiadini, attaccante dell’Atalanta, e il suo procuratore Simone Pagliari ha detto: “Gabbiadini piace a molte squadre, tra cui il Napoli, ma smentisco che possa trasferirsi in questa sessione di mercato. In estate se ne può parlare, magari nell’ambito del trasferimento di Cigarini all’Atalanta”. Infine Gianluca Di Marzio esperto di calciomercato di Sky ha escluso che Ranocchia possa essere preso dal Napoli a gennaio, mentre Santana potrebbe andare via in prestito nelle ultime ore del calciomercato.

Segui la Serie D in diretta su Facebook

Advertisements

Commenta

comments

About Marco Ferri

Amante dello sport ma sopratutto appassionato di calcio e tifoso del Milan da sempre. Dal 2017 ho iniziato la mia avventura nel giornalismo sportivo, entrando a far parte della redazione di DirettaRadio.