Biathlon: prima vittoria di Garanicev e trentesima di Neuner

Il russo Evegenij Garanicev vince una sprint molto combattuta a Holmenkollen, mentre Magdalena Neuner non sbaglia e raggiunge la leggendaria Uschi Disl a quota 30 vittorie

 

Il classico scenario di Holmenkollen ospita questa settimana la Coppa del mondo di biathlon; nella prima giornata ingresso libero per tutte le scuole e grande presenza di giovani a rumoreggiare e incitare i campioni che hanno battagliato nelle sprint.

La gara femminile, sui consueti 7,5 km., ha visto la netta affermazione di Magdalena Neuner, al quinto successo stagionale nella specialità e al trentesimo nella sua non lunga ma già quasi terminata carriera (a meno di ripensamenti tra qualche mese). La campionessa di Wallgau non ha mancato neppure un bersaglio, a differenza delle sue principali rivali Domracheva (1 errore) e Mäkäräinen (ben 3 giri di penalità al tiro a terra), che hanno chiuso al secondo e rispettivamente al nono posto. Terza l’atleta di casa Tora Berger, al sesto podio in quest’inverno.

Buon ventiduesimo posto per l’azzurra Haller, perfetta al tiro come spesso le accade. Più indietro Michela Ponza, 47a.

Neuner rafforza il primato in generale, con ben 63 punti su Domracheva; dietro di loro una voragine.

 

Tra gli uomini la battaglia è stata molto più serrata, con una decisione affidata ai decimi di secondo. Sette in meno quelli impiegati da Evgenij Garanicev rispetto al tedesco Arnd Peiffer, e ciò ha significato il primo successo in carriera per il russo, che è stato promosso quest’anno nella squadra di Coppa del mondo e nel corso della stagione ha dovuto affrontare anche un periodo di purgatorio in IBU Cup.

Unico a salire sul podio malgrado dei giri di penalità è stato Svendsen, che nella prima metà gara aveva i migliori tempi intermedi. Garanicev è partito proprio 30 secondi dopo il norvegese, che ha costituito un ottimo punto di riferimento nel giro finale, come ha dichiarato il vincitore a sportbox.ru.

Garanicev ha sottolineato l’importanza di non partire a tutta nelle odierne condizioni climatiche molto rigide, per rompere il fiato e disporre di energie nel finale, su un percorso molto duro. Molto soddisfatto il russo per aver rimosso la brutta frazione di staffetta di una decina di giorni fa ad Anterselva e per aver offerto un’ottima prestazione a livello fisico e psicologico.

Per l’Italia ottime notizie da Cristian De Lorenzi, tornato tra i migliori con l’11° posto. Dopo la bronchite e una lunga rincorsa, per il valtellinese cominciano ad aprirsi buone prospettive. Assente Lukas Hofer, malato, Markus Windisch ha raccolto un discreto 30° posto. Solo decimo il leader di Coppa Martin Fourcade, che resiste di poco al comando.

Prossime gare sabato con le prove ad inseguimento.

 

Risultati

Holmenkollen, 2 febbraio 2012

7,5 km. femminile

Coppa del mondo

Coppa sprint

Coppa nazioni

10 km. maschile

Coppa del mondo

Coppa sprint

Coppa nazioni

Advertisements

Commenta

comments

About A. Grilli (Kraut)