Advertisements

Biathlon: francesi ancora a segno in staffetta; video

Dopo le due vittorie di Anterselva, la nazionale francese si aggiudica anche la staffetta mista di Kontiolahti davanti all’Ucraina e a una sorprendente Slovacchia; decima l’Italia

 

Solitamente si dice che la forza di una staffetta si giudica dalla qualità del più debole frazionista. Oggi a confermare questa frase è stato il francese Vincent Jay, già campione olimpico nella sprint ma in questa stagione poche volte in evidenza.

Jay era stato escluso dal quartetto poi vittorioso in terra sudtirolese per un’insicurezza al tiro che oggi ha avuto modo di scacciare; giunto all’ultimo poligono insieme all’ucraino Sednev, ne usciva per primo con un 5 su 5 contro il 5 su 6 del rivale.

Nell’ultimo giro da 2,5 km. Jay riusciva a contenere di misura il ritorno di Sednev e a proseguire così la striscia vincente dell’équipe tricolore nel gelo di Kontiolahti (meno 20 gradi).

Le due squadre erano arrivate a giocarsi la vittoria grazie a prove regolari delle altre frazioniste (2 donne e 1 uomo). In prima frazione ottima Sophie Boilley a sfruttare tutto il suo potenziale e ultima a cedere al forcing della finlandese Mäkäräinen, di un’altra categoria sugli sci, mentre l’ucraina Burdyga chiudeva subito dietro le due, una Burdyga finalmente autorizzata a gareggiare in staffetta dopo il cambio di nazionalità di due anni orsono dalla Russia all’Ucraina.

In seconda frazione un’altra fuoriclasse, la slovacca Kuzmina, lanciava il suo quartetto verso la testa, seguita dall’ucraina Pidhrushna, mentre la francese Bescond teneva duro dopo 5 ricariche al tiro e limitava i danni.

In terza frazione ottime prove al poligono per i primi, con il francese Beatrix lanciato all’inseguimento dello slovacco Kazar e tallonato dall’ucraino Deryzemlya; quindi tutto si giocava al tiro con Matiasko che cedeva il passo ai duellanti garantendo un terzo posto assolutamente inaspettato.

E le altre squadre, direte voi? Be’, quelle hanno avuto dei punti particolarmente deboli e sono finite regolarmente dietro. I tedeschi hanno lottato per il podio grazie alle splendide Bachmann e Gössner, fino ai problemi con la carabina di Erik Lesser, poi in difficoltà anche con la mira e penalizzato con 2 giri extra da 150 metri. La Russia è uscita subito di gara con una lentissima Bogalij-Titovets, alla quale non hanno potuto supplire gli altri 3 compagni. I finlandesi sono affondati in terza frazione e gli azzurri hanno pagato tributo con gli uomini dopo prove discrete, ma sempre lente, delle due donne. Norvegia subito fuori causa, come la Svezia che pure aveva schierato un quartetto di alta qualità, a differenza di quasi tutte le altre nazionali.

La staffetta mista torna il 1° marzo per aprire il programma dei mondiali; domani spazio alle sprint con il rientro di Magdalena Neuner e la sfida avvincente per le Coppe del mondo individuali.

Video

Prima parte della gara

Seconda parte


Risultati

Kontiolahti (Finlandia), 10 febbraio 2012

Staffetta mista (2 x 6km. + 2 x 7,5 km.)

Classifica di specialità

Segui la Serie D in diretta su Facebook

Advertisements

Commenta

comments

About A. Grilli (Kraut)