Home / Sport invernali / Fondo: a Kowalczyk gli abbuoni, a Bjørgen la vittoria; Olsson nella 30 km.

Fondo: a Kowalczyk gli abbuoni, a Bjørgen la vittoria; Olsson nella 30 km.

Marit Bjørgen si riprende il primo posto in Coppa del mondo dopo l’ennesima vittoria su Justyna Kowalczyk nella 15 km. di Nove Mesto; lo svedese Johan Olsson ritrova la forma di novembre e vince alla grande la 30 km. su Cologna

 

I fondisti si ritrovano in Cechia per le gare mass start in tecnica classica. Ottimo innnevamento e temperature gelide.

La 15 km. femminile parte come sempre a velocità sostenuta grazie alle tre dominatrici Kowalczyk, Bjørgen e Johaug, che dopo una decina di minuti rimangono sole al comando.

Justyna Kowalczyk lotta come sempre allo spasimo per conquistare il maggior numero di punti agli abbuoni intermedi e per staccare le rivali, ma trova Marit Bjørgen pronta a batterla in volata e a raccogliere il 51° successo. La norvegese torna ora al comando della generale con 12 punti sull’acerrima rivale, quando mancano 9 gare al termine; le prossime due sono in programma venerdì e sabato prossimi proprio in Polonia, si tratterà di una sprint a tecnica libera e di una 10 km. a cronometro in tecnica classica.

Dietro a Johaug oggi si piazza un’altra norvegese, Vibeke Skofterud, accorta tatticamente a non sciupare energie inutili rincorrendo le solite 3. Torna ad ottimi livelli la giapponese Ishida, specialista del passo alternato, e torna una fondista russa tra le prime 10 in gare di distanza. Tra le azzurre, la migliore è Veronica Cavallar, 25a, su Elisa Brocard e la rientrante Rupil.

 

Rientro col botto quello di Johan Olsson. Lo svedese, che per la verità era già tornato in Coppa del mondo a Otepää, era reduce da un periodo di malattia a cui erano seguite solo competizioni locali. Quest’oggi Olsson si è tolto lo sfizio di sferrare l’attacco decisivo insieme al leader di Coppa, Dario Cologna, e batterlo in volata.

La gara maschile è stata molto più avvincente del solito, con Hellner e Kershaw in cerca di selezione e di abbuoni, e il gruppo si è subito ridotto pur mantenendo una consistenza di una trentina di unità. A fare le spese del gran ritmo, tra gli altri, il francese Manificat, che ha così perso posizioni preziose in classifica.

Cologna e Northug sono rimasti a guardare per gran parte della gara, poi lo svizzero ha preso in mano la situazione, mentre il norvegese non si è mosso, confermando la precaria condizione già evidenziata dalla Marcialonga in poi; la volata per il terzo posto non ha così visto la sua partecipazione, bensì una lotta a tre tutta russa risolta dal vincitore di domenica scorsa, Vylegzhanin, che ha preceduto 3 atleti al miglior risultato in carriera.

Azzurri a disagio in tecnica classica, tranne Fabio Pasini e Valerio Checchi, tra gli ultimi a mollare e piazzatisi in zona punti. Ha resistito per quasi metà gara Piller Cottrer, si sono staccati subito gli altri.

Risultati

Nove Mesto na Morave, 11 febbraio 2012

15 km. classic mass start femminile

Coppa del mondo

Coppa di distanza

15 km. classic mass start femminile

Coppa del mondo

Coppa di distanza

 

loading...

Advertisements

Commenta

comments

Su A. Grilli (Kraut)