Home / Sport invernali / Salto: grande Bardal nel disastro austriaco e doppia Hendrickson; video

Salto: grande Bardal nel disastro austriaco e doppia Hendrickson; video

Il norvegese Anders Bardal vince a Willingen e prende il comando della Coppa del mondo; 20° l’azzurro Colloredo. A Ljubno bis della statunitense Hendrickson sulla giapponese Takanashi; 11a l’italiana Insam

 

Grandi distanze sul trampolino di Willingen, con vento quasi sempre favorevole.

La prima manche riserva grandi sorprese, con il tonfo della squadra austriaca che non va oltre l’ottavo posto di Koch e soprattutto crolla con i primi due della generale, Schlierenzauer che si ferma al 19° posto e Kofler che atterra oltre 30 metri dietro i primi e subisce una clamorosa eliminazione.

Al comando a metà gara c’è il norvegese Bardal, lanciatissimo verso la testa della classifica, davanti al giapponese Ito, che raggiunge la lunghezza superlativa di 149,5 metri, ben oltre i 130 del punto K. Terzo il ceco Kouudelka, in costante progresso, davanti al polacco Stoch, abitualmente ai primi posti.

Nella seconda manche grande salto di Sebastian Colloredo, che entra nei primi 20.  Schlierenzauer resta più o meno dov’era e per l’Austria la situazione non migliora.

Bene i tedeschi Freitag e Freund, che però restano lontani dal podio nella gara di casa, podio che viene sfiorato dallo sloveno Prevc, al miglior risultato in carriera e in impressionante e costante ascesa.

I primi tre restano tali, con Koudelka che scavalca Ito e Bardal che regge alla pressione e controlla la situazione aggiudicandosi 100 punti che lo proiettano al comando della generale per la prima volta in stagione. Un risultato che, insieme alla vittoria nella gara a squadre di ieri, esalta il lavoro del nuovo tecnico Alexander Stöckl.

La vittoria di Bardal

In Slovenia Sarah Hendrickson replica il successo del sabato dando vita a un duello entusiasmante con la giapponese Sara Takanashi, ancora seconda. Le due, già avanti di parecchi punti dopo la prima manche, raggiungono misure stellari nella seconda, dove prevale ancora la statunitens, che ottiene il nuovo record del trampolino (95 metri) per la gioia dell’allenatore italiano Paolo Bernardi.

Staccatissima al terzo posto l’austriaca Seifriedsberger, che fa meglio della connazionale Iraschko, la grande sconfitta della settimana.

Bene anche oggi l’azzurra Insam, che si migliora di un gradino e mostra una buona continuità. Meglio anche Elena Runggaldier che rientra in zona punti.

Hendrickson ha ormai le mani sulla Coppa del mondo, con ben 211 punti di vantaggio a 5 gare dal termine.

Il salto record di Sarah Hendrickson

Risultati – 12 febbraio 2012

Uomini – Willingen

Coppa del mondo

Donne – Ljubno

Coppa del mondo

 

 

 

Advertisements

Commenta

comments

Su A. Grilli (Kraut)