Home / Sport invernali / Combinata: Lamy Chappuis opziona la Coppa del mondo

Combinata: Lamy Chappuis opziona la Coppa del mondo

Il francese Jason Lamy Chappuis con una gara di potenza fisica e saggezza tecnica vince nettamente a Klingenthal e costruisce un vantaggio forse decisivo in classifica generale

 

Il vento soffiava questa matitna a Klingenthal, soffiava come mercoledì scorso quando la gara di Coppa del mondo di salto aveva dovuto essere sospesa e cancellata. Nove, dieci metri al secondo, impossibile lanciarsi dal trampolino se si voleva atterrare sani e salvi.

Entra così in campo il piano B, ovvero si tengono buoni i salti del “Provisional Round” disputatosi ieri mattina prima della gara vera, con il vantaggio che gli atleti riposano e la gara rimane valida, naturalmente dopo la disputa della 10 km. di fondo.

Certo, per chi non ci aveva messo tutto contando sull’inutilità del salto, sono problemi veri. Così Akito Watabe, vincitore assoluto ieri, doveva rinfoderare le ambizioni, rassegnandosi a partire 28° a quasi 2 minuti dal primo. Ancora più indietro Mikko Kokslien, l’altro rivale del leader di Coppa Lamy Chappuis, il quale, con un discreto 11° posto, si trovava in una situazione ideale.

Nelle prime posizioni nessun grande fondista, a parte l’austriaco Gruber, reduce da due podii e migliorato di molto con gli sci stretti. Migliore nel salto era Klemetsen, davanti al ceco Slavik, ieri non partito dopo un salto negativo, e allo stesso Gruber. Italiani tutti molto indietro.

Nel fondo era subito Gruber a prendere la testa, seguito da Klemetsen, Slavik, Braud e Denifl, ma su di loro rinveniva come una furia Lamy Chappuis, determinato a non far rientrare gli inseguitori. Dal sedicesimo posto rinveniva a gran ritmo anche il norvegese Schmid, ma non appena si riportava sui primi Lamy Chappuis passava al comando e imprimeva una progressione sostenuta.

Schmid perdeva così contatto e con il battistrada restavano Gruber, Slavik e il compagno di squadra Braud.

Molto efficace l’azione in salita di Lamy Chappuis, che nel terzo giro testava i rivali e nel quarto e ultimo giro li lasciava sul posto, per andare a festeggiare solitario sul traguardo.

Volata a tre per il secondo posto con Gruber che aveva la mmeglio su Slavik e Braud. Per il ceco Tomas Slavik, giunto a 30 anni di età, arriva il primo podio della carriera; finora i suoi migliori piazzamenti consistevano in due quinti posti in Coppa e un sesto posto ai mondiali. Una grande soddisfazione proprio alla vigilia della tappa casalinga di Liberec.

Solo 19° Watabe, battuto dal fratello Yoshito, e 22° Kokslien. Così Lamy Chappuis a sole 5 gare dal termine può vantare ora ben 238 punti sul giapponese e 370 sul norvegese, ovvero mezza Coppa.

Buona frazione nel fondo per il gardenese Armin Bauer che acciuffa 3 punti quale premio di consolazione.

 

Risultati

Klingenthal, 19 febbraio 2012

Coppa del mondo

 

 

Advertisements

Commenta

comments

Su A. Grilli (Kraut)