Inter-Trentino Team 6-1: subito Alvarez e Castaignos

Prima uscita stagionale per la nuova Inter di Gasperini, che batte 6 a 1 la selezione del Trentino guidata da Florio Maran. Nel primo tempo il tecnico ha schierato i migliori 11 di questi primi giorni di ritiro, mentre nella ripresa ha dato largo spazio ai nuovi acquisti e ai giovani.

Castellazzi, Ranocchia Samuel Chivu, Santon Stankovic Obi Nagatomo; Sneijder Pazzini Eto’o. Questi i titolari della prima amichevole della squadra nerazzurra, ma dopo 7′ Obi deve uscire per un taglio alla fronte e viene sostituito da Muntari.

Gasperini sembra aver già rinunciato al suo 3-4-3 per un 3-4-1-2 che esalta le capacità di Wesley Sneijder, che svaria su tutto il fronte d’attacco confezionando assist per gli inserimenti di Nagatomo.

Ma al 14′ è Pazzini ad andare in gol: proprio il genio olandese per Santon a destra, palla tagliata che il Pazzo non fa fatica a mettere dentro. 1-0.

Eto’o da spettacolo e Pazzini è un falco in area; il raddoppio arriva al 27′ proprio ad opera del Re Leone (ancora assist di Sneijder). L’Inter perde anche Ranocchia (leggera distorsione alla caviglia), sostituito dal giovane Bianchetti.

Non è fortunatissima la prima Inter di Gasperini: fuori al 44′ anche Sneijder per un pestone, dentro Alvarez. E 1′ dopo arriva addirittura il gol del Trentino, con Mariotti che fulmina Castellazzi dal limite.

Al riposo si va sul 2-1 per i nerazzurri, ma in apertura di ripresa è proprio Ricky Alvarez che fa 3-1 raccogliendo un cross dalla sinistra.

E’ il momento dei cambi, e Gasperini ridisegna la sua Inter: Viviano, Natalino Bianchetti Caldirola Faraoni, Mariga Crisetig Bessa, Alvarez Castaignos Pandev. Per un 4-3-3- che da subito i suoi frutti: Goran Pandev sigla il 4-1 su assist del giovane olandese.

Al 24′ della ripresa si fa male anche il giovane Daniel Bessa, sostituito ad Alibec: Gasp prova la duttilità di Alvarez, facendolo scalare nei 3 di centrocampo.

C’è ancora il tempo per 2 reti: al 36′ della ripresa Castaignos firma il suo primo gol in maglia nerazzurra su assist di Natalino, mentre in chiusura di match c’è gioia anche per il giovane ex Varese Samuele Longo (schiacciata di testa), entrato al posto di Faraoni.

Buone e cattive indicazioni per il Gasp: i centrocampisti laterali si muovono bene e i nuovi acquisti si mettono subito in mostra (aspettando Jonathan). Qualche problema ancora per i meccanismi difensivi, soprattutto nel primo tempo con il 3-4-3 che ha lasciato qualche spazio di troppo ai lanci lunghi del Trentino.

La duttilità di Alvarez si è già rivelata utilissima. Caldirola sa come si comanda una difesa.

La prossima amichevole dei nerazzurri sarà il 17 luglio sempre allo stadio Pineta di Pinzolo, oggi tutto esaurito con 5mila tifosi al seguito di Eto’o & co.

 

Advertisements

Commenta

comments

About DanieleSidonio