Advertisements

Pallone d’oro 2012, Mourinho: “Deve vincerlo Ronaldo”

E’ partita ufficialmente ieri la corsa che porterà all’assegnazione, a dicembre, del Pallone d’oro 2012. Dopo i tre consecutivi per Messi, ieri la prima pagina di Mundo Deportivo ritraeva il n. 10 argentino con i suoi premi, e l’ombra di un altro pallone d’oro con su scritto ¿2012?. 

Non ha esitato a replicare a tutto questo Josè Mourinho. L’allenatore del Real Madrid, intervistato da A Bola, ha infatti dichiarato che se quest’anno il pallone d’oro non dovesse andare a Cristiano Ronaldo, si tratterebbe di un vero e proprio reato.

Secondo lo Special One, il suo giocatore non ha ancora vinto solo perché non attira le simpatie di chi vota, al contrario di Messi. Mou tira l’acqua al suo mulino, ma non si può dimenticare ciò che Messi e il Barcellona hanno vinto negli ultimi anni. L’unico premio forse non meritato fu quello del 2010, quando pur non avendo vinto la Champions, Messi soffiò il pallone d’oro a Sneijder, protagonista dell’Inter del Triplete, allenata proprio da Mou.

Ma sul premio 2012, per Mourinho non ci sono dubbi: Ronaldo ha vinto il campionato, Messi no.

Ma a Mou non basta e rincara la dose: “Messi è cresciuto con la squadra in cui gioca, Ronaldo arrivava dall’Inghilterra in un team che in quel momento non vinceva. Ribadisco è più difficile essere Ronaldo che Messi”. Argomentazione cristallina, che però non deve mettere in dubbio le qualità dei due giocatori e le loro differenti caratteristiche tecniche e caratteriali (vedi i recenti capricci di Ronaldo).

Noi non sappiamo chi vincerà il premio e non lo sapremo fino a dicembre. Mourinho lo sa già, o almeno spera di saperlo.

Advertisements

Commenta

comments

Segui la Serie D in diretta su Facebook

About DanieleSidonio