Advertisements
Saturday , 24 February 2018
Breaking News

45 anni fa moriva Gigi Meroni: il Torino ricorda il suo campione

Sono passati 45 anni da quella drammatica domenica: era il 15 ottobre 1967, Luigi “Gigi” Meroni, talentuosissima stella del Torino, veniva travolto da un auto, mentre attraversava la strada insieme all’amico e compagno di squadra Fabrizio Poletti. L’auto, guidata da un tifoso e futuro presidente del Torino, Attilio Romero, colpì di striscio Poletti prendendo invece in pieno Meroni, che morì poche ore dopo in ospedale. Un altro pezzo di storia granata, che se ne andava in maniera tragica, lasciando un vuoto nel calcio, che aveva imparato ad amare il genio di Meroni.

Era un personaggio che faceva molto discutere, Gigi Meroni, sopratutto per uno stile di vita che poco si abbinava agli standard dell’epoca: era un ribelle, che si confezionava i vestiti da solo e che portava un taglio di capelli lunghi, che faceva storcere il naso a molti, ivi compreso il CT azzurro Edmondo Fabbri, che costrinse Gigi a tagliarsi i capelli, per permettergli di vestire la maglia azzurra.

E dire che quel drammatico 15 ottobre di 45 anni fa era iniziato nella maniera giusta, con il Torino che aveva sconfitto 4-2 la Sampdoria, trascinato dalle giocate di Meroni. Poi l’incidente, che strappò via la vita di Gigi, proprio a sette giorni da un derby con la Juventus, che divenne poi storico, perché il Torino vinse con un fragoroso 4-0, siglato da una tripletta di Nestor Combin, uno dei più grandi amici di Meroni, e dal sigillo finale quell’Alberto Carelli che indossava proprio la maglia numero sette: quella di Meroni.

Sono passati 45 lunghi anni da quel giorno, ma il Torino non ha dimenticato il suo campione. La società granata, lo ha infatti ricordato con una corona di fiori deposta di fronte al monumento di corso Re Umberto e con un messaggio comparso sul sito ufficiale del Torino calcio, che vi riportiamo qui sotto.

“45 anni fa in un rocambolesco, drammatico incidente stradale in corso Re Umberto moriva Gigi Meroni, la Farfalla Granata. Il suo talento, il suo estro e la sua personalità unica restano ancora oggi ben vivi e impressi nella testa e nel cuore di tutti i tifosi del Torino”.

Segui la Serie D in diretta su Facebook

Advertisements

Commenta

comments

About Antonio Leonardi

Amante dello sport ma sopratutto appassionato di calcio molto originale, specie nella scelta delle squadre da tifare. Dal 2010 inizia la sua avventura nel giornalismo sportivo, collaborando con Diretta Radio e successivamente iniziando a scrivere per diversi quotidiani sportivi locali Contatto: anto_er_vicentino@libero.it