Advertisements

Stramaccioni: “Se non battiamo la Sampdoria non sarà un big-match”

Il tecnico dell’Inter è prudente nei confronti della Samp, nonostante la crisi di risultati che stanno viveno i genovesi. Infatti i blucerchiati hanno sempre e comunque espresso un buon gioco e andranno a San Siro con l’intento di fare risultato senza aver paura, mossi dalla voglia di rivalsa. E’ una partita che l’Inter deve vincere per ritrovare quell’abitudine da grande squadra che si è persa nella Milano nerazzurra, e che si sta ricostruendo piano piano. Stramaccioni quindi pensa solo a domani e non alla Juve (che sfiderà appena tre giorni dopo) , poichè secondo quanto detto alla stampa dallo stesso questa partita infrasettimanale sarà determinante affinchè si possa parlare di big match: “Avevo detto che devo pensare a questo ciclo di partite, anche perché siamo quelli che finora hanno giocato di più, ma non penso alla sfida di sabato contro la Juventus, penso alla Sampdoria, sono concentrato su questa partita che come ho già detto sarà molto difficile e se arriviamo a -7 alla gara dello Juventus Stadium non si può più parlare di scontro diretto”; dunque nessun turn over.

La formazione – Ranocchia è diffidato, sì che farlo giocare è un rischio in vista di sabato. Sneijder è ancora in fase di recupero dopo l’infortunio rimediato a Verona contro il Chievo, partita in cui i nerazzurri uscirono comunque vincitori, e potrebbe essere pronto dopo la gara di Torino. Sulla difesa l’allenatore è sicuro di sè: “In queste ultime partite ho avuto sensazioni di grande compattezza difensiva, non abbiamo concesso molto ai nostri avversari. Domani la Samp giocherà con giocatori molto rapidi e veloci che tendono ad allargare il gioco. Noi dovremo essere bravi a interpretare la partita”.

Parole di elogio per Guarin, che ha definito come il giocatore maggiormente in crescita nella squadra, che anche se non ha sempre fatto grandi acrobazie, “ha sempre fatto il suo lavoro”.

Caso Catania – Ovviamente la curiosità dei giornalisti(e non solo immagino) di sapere l’opinione del tecnico romano sulle polemiche post Catania-Juventus si è trasformata in una domanda : “Secondo me fino all’episodio di Catania, che è stato sicuramente poco fortunato, l’esperimento dei giudici di porta è stato positivo anche in termini di collaborazione fra tutti i giudici di gara. Uscendo dal tema del campionato io ho una visione più romantica del calcio che, per me, è bello anche perchè è giudicato dal vivo, è una mia visione da non mettere in relazione agli errori di Catania che sono stati commessi in buona fede, si è trattato di un episodio. Credo che fin qui, al di là della gara di Catania, non ci siano elementi per parlare di favori pro-Juve. Al Massimino ci sono stati due errori nella stessa direzione, ma finora non ho ravvisato una tendenza pro-Juve”.

 

Advertisements

Commenta

comments

Segui la Serie D in diretta su Facebook

About Marco Ferri

Amante dello sport ma sopratutto appassionato di calcio e tifoso del Milan da sempre. Dal 2017 ho iniziato la mia avventura nel giornalismo sportivo, entrando a far parte della redazione di DirettaRadio.