Il Giappone di Zaccheroni è la prima qualificata al mondiale

Manca quasi un anno esatto al mondiale di Brasile 2014 e già abbiamo il nome della prima squadra ad essersi è qualificata per la competizione. Ad aggiungersi al nome del Brasile padrone di casa nel lotto delle sicure partecipanti, c’è il Giappone del tecnico italiano Alberto Zaccheroni, che ha ottenuto il punto che gli serviva nella gara contro l’Australia ed ha potuto festeggiare un traguardo importante e prestigioso.

Si giocava a Saitama, e per il Giappone non è stato affatto facile; la gara sembrava indirizzarsi sullo zero a zero, quando l’australiano Tommy Oar ha trovato la rete del vantaggio a sette minuti dal termine, la reazione nipponica è stata veemente ed al novantesimo ecco arrivare l’uno a uno, griffato da un rigore di quel Keisuke Honda, che, dopo essere stato tentato anche dalla Juventus, sembra essere diventato un forte obbiettivo di mercato del Milan.

Il Giappone raggiunge il suo obbiettivo, per la gioia del tecnico italiano, che però non si ferma alla qualificazione ottenuta in largo anticipo e getta il suo sguardo già in direzione del mondiale ove, dice Zac, la squadra nipponica ha l’obbligo di giocare bene e di puntare in alto.

Curiosamente, le due squadre attualmente qualificate per il mondiale, Brasile e Giappone, saranno due delle tre avversarie dell’Italia, nel girone della Confederation Cup che inizierà a giorni (la quarta avversaria è invece il Messico).

Commenta

comments

Segui la Serie D in diretta su Facebook

About Antonio Leonardi

Amante dello sport ma sopratutto appassionato di calcio molto originale, specie nella scelta delle squadre da tifare. Dal 2010 inizia la sua avventura nel giornalismo sportivo, collaborando con Diretta Radio e successivamente iniziando a scrivere per diversi quotidiani sportivi locali Contatto: anto_er_vicentino@libero.it