Advertisements

Inter, svendita di Primavera: Donati e Caldirola in Bundesliga

Un settore giovanile tra i migliori in Italia, quello dell’Inter. Un settore giovanile che ha lanciato nel nostro calcio – giusto per fare qualche nome – Bonucci, pilastro della difesa della Juve, Mattia Destro e dulcis in fundo Mario Balotelli.

Ma l’Inter ha sempre lasciato partire i suoi gioielli per altri lidi, al fine di monetizzare e creare il famoso ‘tesoretto’, spendibile per giocatori più blasonati. E così continua a fare.

Gli ultimi due in partenza sono Giulio Donati, miglior giocatore dell’Europeo dell’Under 21, e Luca Caldirola. Entrambi titolari fissi in Nazionale (come anche Bardi e Bianchetti, di proprietà dell’Inter), entrambi costretti a migrare in Germania per trovare spazio. Il terzino destro si è accasato al Bayer Leverkusen per poco più di 3 milioni di euro e per la stessa cifra il centrale ex Cesena è vicino a chiudere con il Werder Brema.

Futuro incerto anche per altri gioiellini nerazzurri: Bardi, che nell’ultima stagione agonistica ha difeso la porta del Novara in B, è richiesto da Bologna e Livorno e difficilmente rimarrà in prima squadra, visto che come nuovo numero 1 – in caso di partenza di Handanovic – Mazzarri ha chiesto De Sanctis. Un altro giocatore molto interessante della Primavera nerazzurra è Alfred Duncan, che ha conquistato la A con il Livorno. Lui, impegnato nel Mondiale U20 con il Ghana, ha qualche chance in più di rimanere in rosa ma la pressione degli amaranto per riaverlo nella massima serie è forte.

Intanto Livaja rimarrà per un’altra stagione all’Atalanta e chissà che a gennaio i bergamaschi non acquistino anche l’altra metà del suo cartellino.

Advertisements

Commenta

comments

Segui la Serie D in diretta su Facebook

About DanieleSidonio