Biathlon: i ritorni di Domracheva e Bø per chiudere i mondiali; video

La bielorussa Darya Domracheva riemerge dalla crisi e il norvegese Bø torna al ruolo che gli compete nella mass start dei mondiali di Nove Mesto

Ultima giornata dei mondiali come sempre all’insegna della mass start, con i migliori di Coppa e mondiali a sfidarsi su 5 giri e 20 tiri.

Cominciano le donne, con Tora Berger che fa subito sul serio e detta il ritmo insieme a Miriam Gössner; al tiro però la norvegese sbaglia, come Henkel, Domracheva e Mäkäräinen, e così restano davanti in undici, capeggiate inizialmente dalla polacca Palka, argento domenica scorsa nell’inseguimento, e quindi da Gössner, determinata a riscattare una rassegna deludente e vogliosa di mettersi in mostra prima dei mondiali di fondo, dove conta di essere tra le protagoniste almeno nella staffetta. Vita Semerenko e Olena Pidhrushna seguono a breve distanza.

Gössner commette un errore al secondo tiro a terra e Palka può tornare avanti, seguita da Pidhrushna e Dorin. Risale velocissima Darya Domracheva, che lotta per un’intera squadra (senza medaglie il team rossoverde rischia il taglio totale del budget) e dopo 6 km. è già al comando, per fare subito il vuoto su un gruppo di 7 atlete tra cui rientra Berger. La nuova battistrada supera indenne la prima serie di tiro in piedi inseguita da Gössner, che torna sotto superando Berger, costretta a un giro di penalità e in grado da parte sua di riprendere la solita regolare Palka nel quarto giro.

Domracheva arriva per l’ultima volta al poligono con 15 secondi sulla tedesca e inizia a sparare quando la rivale occupa il tappeto al suo fianco. Un errore per lei e fuga immediata verso l’anello punitivo di 150 metri, ma subito sollievo perché Gössner forza i tempi e sbaglia per ben 3 volte. Anche oggi Berger si scatena con gli ultimi proiettili e parte alla caccia della bielorussa; in terza posizione emerge la ventunenne polacca Hojnisz, 19 su 20 al tiro e ampio margine sulla connazionale Palka che commette il primo errore.

Nel finale Domracheva controlla senza troppi problemi la situazione e riscatta un mondiale finora disastroso, conquistando la medaglia più ambita. Berger raggiunge la quota di 6 medaglie, tra cui 4 d’oro, e precede la giovane Hojnisz, al primo risultato nella top 10. Ventesima l’azzurra Oberhofer dopo un inizio da incubo (2 su 5) e una bella rimonta.

LEGGI ANCHE  Biathlon: argento per le azzurrine nella giornata norvegese

La gara femminile

Gli uomini danno vita a una gara equilibratissima, con alcuni incidenti iniziali (caduta di Garanicev e Burke, scivolata dell’azzurro Hofer) e 9 atleti veloci ad uscire dopo il primo turno al poligono, capeggiati da L’Abee-Lund e Fak. La situazione non si sbroglia dopo la seconda serie di tiri a terra, con Svendsen e Martin Fourcade che sbagliano ciascuno un bersaglio e lasciano al comando i norvegesi Bø e L’Abee-Lund insieme a Bailey, Bauer, Shipulin, Landertinger e Moravec.

Nel terzo giro si ricompattano i primi due gruppi comprendenti oltre 15 atleti  esi parte con il tiro in piedi, da cui escono in buona posizione ancora Bø e Bailey insieme a Svendsen, Fourcade, lo specialista delle mass start Birnbacher, Ferry e l’altro tedesco Lesser, reduce dalla quasi frittata nella staffetta di ieri. Fourcade cerca di rendere la vita dura agli avversari e guadagna perfino una manciata di lunghezze, iniziando con qualche secondo di vantaggio l’ultima sessione di tiro.

Bø e Svendsen rischiano e sparano veloci e precisi; Fourcade, più controllato, sembra sicuro ma sbaglia clamorosamente e goffamente l’ultimo tiro, lasciando i due norvegesi in compagnia di Shipulin, Ferry e Lesser. Lo svedese è il primo a staccarsi sotto l’impulso di Bø, che va in fuga. Anche Lesser fatica a tenere il ritmo, mentre Svendsen arriva quasi a chiudere il buco, ma poi paga il mal di gola contratto a metà settimana. Shipulin non coglie l’attimo per scavalcarlo e così Bø può riprendere il margine decisivo per andare a vincere per la prima volta in stagione e affermare nuovamente la sua classe, dopo i problemi di salute di inizio autunno.

Per la Norvegia è l’ottavo oro su 11 gare, un risultato impensabile in questi ultimi anni in cui il biathlon ha coinvolto sempre più nazioni ad alto livello. Shipulin salva il bilancio russo, mentre Svendsen conquista la quinta medaglia personale. Ventunesimo posto per Hofer, che come la compagna di squadra recupera posizioni dopo un avvio da dimenticare.

LEGGI ANCHE  Biathlon: Lindström spiazza tutti; 10° Hofer

La gara maschile

Il medagliere

Norvegia 8 2 1
Francia 1 4
Ucraina 1 1 3
Bielorussia 1
Germania 1 1
Polonia 1 1
USA 1
Russia 2
Svezia 1
Italia 1
Slovenia 1
Cechia 1

Risultati

Mondiali di biathlon – Nove Mesto na Morave, 17 febbraio 2013

Mass start femminile

1 DOMRACHEVA Darya BLR 1+0+0+1 2 35:54.5
2 BERGER Tora NOR 1+0+1+0 2 +8.7
3 HOJNISZ Monika POL 0+0+1+0 1 +27.6
4 SEMERENKO Vita UKR 0+1+0+1 2 +46.6
5 ZAITSEVA Olga RUS 1+1+0+0 2 +52.1
6 GÖSSNER Miriam GER 0+1+0+3 4 +52.1
7 PALKA Krystyna POL 0+0+0+1 1 +1:00.8
8 GREGORIN Teja SLO 0+1+0+1 2 +1:04.5
9 DORIN HABERT Marie FRA 0+0+2+0 2 +1:10.8
10 GEREKOVA Jana SVK 0+1+1+1 3 +1:17.7
11 PIDHRUSHNA Olena UKR 0+0+1+1 2 +1:38.9
12 NOWAKOWSKA-ZIEMNIAK Weronika POL 1+0+0+1 2 +1:41.8
13 HENKEL Andrea GER 1+0+2+1 4 +1:44.4
14 BESCOND Anais FRA 1+0+1+1 3 +1:50.5
15 KUZMINA Anastasiya SVK 1+2+1+0 4 +2:00.0
16 SOLEMDAL Synnoeve NOR 1+1+2+1 5 +2:05.7
17 MÄKÄRÄINEN Kaisa FIN 1+1+1+2 5 +2:06.8
18 SOUKALOVA Gabriela CZE 0+3+1+1 5 +2:20.7
19 VITKOVA Veronika CZE 0+2+0+0 2 +2:25.1
20 OBERHOFER Karin ITA 3+0+1+0 4 +2:25.4
21 GLAZYRINA Ekaterina RUS 1+0+1+0 2 +2:29.1
22 HILDEBRAND Franziska GER 1+0+1+0 2 +2:37.3
23 VILUKHINA Olga RUS 1+1+0+1 3 +2:45.7
24 FLATLAND Ann Kristin Aafedt NOR 0+1+1+1 3 +2:55.4
25 ZHANG Yan CHN 0+0+0+3 3 +2:57.9
26 SKARDINO Nadezhda BLR 1+0+1+1 3 +3:01.1
27 GWIZDON Magdalena POL 1+2+1+2 6 +3:15.0
28 BRUNET Marie Laure FRA 1+1+0+0 2 +3:51.3
29 SHUMILOVA Ekaterina RUS 0+0+4+1 5 +8:44.8

Coppa del mondo

1 BERGER Tora NOR 889
2 DOMRACHEVA Darya BLR 606
3 HENKEL Andrea GER 600
4 PIDHRUSHNA Olena UKR 591
5 MÄKÄRÄINEN Kaisa FIN 586
6 GÖSSNER Miriam GER 573
7 ZAITSEVA Olga RUS 564
8 DORIN HABERT Marie FRA 543
9 VILUKHINA Olga RUS 540
10 SOUKALOVA Gabriela CZE 505

Coppa di specialità

1 BERGER Tora NOR 174
2 DOMRACHEVA Darya BLR 134
3 ZAITSEVA Olga RUS 131
4 GÖSSNER Miriam GER 126
5 GREGORIN Teja SLO 112
6 SEMERENKO Vita UKR 107
7 PALKA Krystyna POL 98
8 DORIN HABERT Marie FRA 93
9 MÄKÄRÄINEN Kaisa FIN 89
10 KUZMINA Anastasiya SVK 86
LEGGI ANCHE  Biathlon: Shipulin cecchino e Neuner sbadata; video

Mass start maschile – 15 km.

1 BOE Tarjei NOR 0+0+0+0 36:15.8
2 SHIPULIN Anton RUS 0+0+1+0 1 +3.7
3 SVENDSEN Emil Hegle NOR 0+1+0+0 1 +7.4
4 MORAVEC Ondrej CZE 0+0+1+0 1 +10.4
5 LESSER Erik GER 1+0+0+0 1 +12.8
6 LANDERTINGER Dominik AUT 0+0+1+0 1 +16.7
7 BEATRIX Jean Guillaume FRA 1+0+1+0 2 +19.6
8 FERRY Björn SWE 0+0+0+0 +22.5
9 FOURCADE Simon FRA 1+0+1+0 2 +36.3
10 FOURCADE Martin FRA 0+1+0+1 2 +36.8
11 BIRNBACHER Andreas GER 1+0+0+1 2 +37.2
12 LINDSTRÖM Fredrik SWE 1+0+0+1 2 +59.4
13 BAILEY Lowell USA 0+0+0+2 2 +1:09.4
14 SCHEMPP Simon GER 1+1+1+0 3 +1:10.1
15 MALYSHKO Dmitry RUS 1+0+1+1 3 +1:14.4
16 USTYUGOV Evgeny RUS 1+1+0+1 3 +1:19.2
17 L’ABEE-LUND Henrik NOR 0+0+2+1 3 +1:26.1
18 EDER Simon AUT 1+0+0+1 2 +1:32.6
19 FAK Jakov SLO 0+2+0+2 4 +1:47.0
20 DERYZEMLYA Andriy UKR 1+0+3+0 4 +1:47.5
21 HOFER Lukas ITA 3+0+0+0 3 +1:52.9
22 LEGUELLEC Jean Philippe CAN 0+0+1+2 3 +2:01.7
23 PEIFFER Arnd GER 0+2+0+0 2 +2:08.9
24 BJOERNDALEN Ole Einar NOR 1+1+2+2 6 +2:12.2
25 GARANICHEV Evgeniy RUS 1+1+1+2 5 +2:12.3
26 BAUER Klemen SLO 0+0+2+2 4 +2:28.3
27 WEGER Benjamin SUI 1+0+2+0 3 +2:40.1
28 BOEUF Alexis FRA 0+0+2+0 2 +3:07.6
29 KAUKENAS Tomas LTU 0+1+1+1 3 +3:43.1
30 BURKE Tim USA 2+3+0+0 5 +4:59.7

Coppa del mondo

1 FOURCADE Martin FRA 844
2 SVENDSEN Emil Hegle NOR 751
3 FAK Jakov SLO 576
4 MALYSHKO Dmitry RUS 570
5 USTYUGOV Evgeny RUS 557
6 SHIPULIN Anton RUS 538
7 LINDSTRÖM Fredrik SWE 499
8 BIRNBACHER Andreas GER 492
9 GARANICHEV Evgeniy RUS 484
10 BOEUF Alexis FRA 462

Coppa di specialità

1 FOURCADE Martin FRA 134
2 SVENDSEN Emil Hegle NOR 134
3 BIRNBACHER Andreas GER 126
4 FAK Jakov SLO 114
5 MALYSHKO Dmitry RUS 107
6 FERRY Björn SWE 106
7 SCHEMPP Simon GER 91
8 L’ABEE-LUND Henrik NOR 90
9 USTYUGOV Evgeny RUS 89
10 BOE Tarjei NOR 87

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About A. Grilli (Kraut)

%d bloggers like this: