Biathlon: quarto posto per gli azzurri Ponza e Hofer a Schalke

La tradizionale gara di fine anno allo stadio di Gelsenkirchen va alla coppia finno-svedese Mäkäräinen-Bergman davanti all’Ucraina. Molto bene gli azzurri

 

Torna all’abituale periodo di fine anno la tradizionale kermesse di biathlon denominata World Team Challenge, nello stadio dello Schalke 04 a Gelsenkirchen, la Veltins Arena.
Quintali di neve prodotta in montagna e trasportata a valle hanno permesso di realizzare il classico percorso di 1,2 km. all’interno e all’esterno dell’impianto. Oltre quarantamila gli spettatori entusiasti di questo sport, popolarissimo in Germania, pronti a incitare le dieci coppie invitate alla gara, che si disputa in due parti: la prima con partenza di massa su 9 giri, la seconda ad inseguimento su 8 giri.

Quest’anno partecipa anche un duo italiano, composto dai nostri migliori portacolori Michela Ponza e Lukas Hofer. E’ proprio l’azzurra a guidare nelle prime fasi grazie a una precisione assoluta al tiro, poi Hofer commette qualche errore di troppo e sono la coppia svedese Ekholm-Ferry e quella francese Brunet-Jay a prevalere sui due ucraini e sulla mista Finlandia-Svezia, dopo alcuni istanti di gloria della coppia austriaca Waldhuber-Sumann; indietro le due squadre tedesche e lontana la coppia russa, con percentuali da incubo al poligono.

LEGGI ANCHE  Biathlon: due vittorie russe di misura nelle sprint; 6a Nicole Gontier

Nella prova ad inseguimento sono svedesi e francesi a partire davanti, con l’Italia sesta a 26 secondi. Dopo la prima coppia di giri passa al comando l’Ucraina con Valj Semerenko e Sergei Sednev, ripreso un giro dopo dal francese Jay. Seguono gli scandinavi Mäkäräinen e Bergman davanti al duo svedese. L’Italia recupera una posizione con Hofer autore di 9 centri su 10 tiri, mentre si rifanno sotto i tedeschi Henkel e Greis.
Semerenko al quarto giro ha la meglio su Brunet e cambia con 8 secondi su di lei, mentre Ponza non sbaglia e mantiene il quinto posto a 35″.
Sednev mantiene un buon ritmo e non sbaglia, a differenza di Jay che manca ben 4 bersagli su 5. Bene i due svedesi che restano a tallonare l’Ucraina; 1 errore per Hofer che raggiunge la Francia al quarto posto.
Le prime tre danno spettacolo in pista e al tiro, così i distacchi restano immutati, con Semerenko 4 secondi avanti a Mäkäräinen e 18 a Ekholm. Ponza senza errori consolida il quarto posto a 52″.
Non altrettanto bravi gli uomini, con due giri di penalità per Sednev e Bergman che sbagliano due volte, Ferry una e Hofer due. Si va così all’ultimo giro, ancora disputato dai maschi ma senza poligono, con Bergman 2 secondi avanti a Sednev. Lo svedese è molto più veloce sugli sci e conclude facilmente primo, confermando i pronostici della vigilia. Ottimo secondo posto per gli ucraini sulla Svezia e una bella Italia, quarta a 49 secondi.

LEGGI ANCHE  Biathlon: il calendario della stagione 2012-2013, Coppa del mondo e Mondiali

Classifica finale

Commenta

comments

Seguici su Facebook

About A. Grilli (Kraut)