Cassano mette in dubbio il suo futuro al Milan: “Vendere Thiago è un delitto e non so se resto”. Il video


Antonio Cassano si è presentato oggi in conferenza stampa dal raduno azzurro in Polonia e oltre a parlare di nazionale e di gay presenti tra gli azzurri, ha parlato anche di Milan. Ma andiamo per ordine: “Cecchi Paone dice che c’è un frocio in squadra? Se ci son froci qui, problemi loro. Mi auguro non ci siano, in Nazionale. Ma se lo dice Cecchi Paone che in azzurro c’è stato…” cosi il barese risponde ad una domanda di un giornalista italiano in seguito alle dichiarazioni di qualche giorno fa del noto giornalista Cecchi Paone. “Dico solo questo perchè se dico quello che penso poi vengo attaccatto al muro” aggiunge Cassano che poi abbassa il tono scherzoso e diventa serio e scuro in volto quando si parla di Thiago Silva. “Dar via Thiago è dura. Impossibile da sostituirlo. L’importante è che se lo vendono poi si è chiari sugli obiettivi perchè senza di lui che è il 50% della nostra squadra non siamo più competiti per vincere lo scudetto o la Champions League. Io da ignorante non lo darei mai via“. Queste le parole dell’attaccante di Bari vecchia che sono molto chiare e che seguono la presunta rabbia di Ibrahimovic al quale lo stesso Thiago Silva gli avrebbe già detto del passaggio al Psg. Infine una battuta sul suo futuro: “Non so se resto…Con la Sampdoria è stata l’esperienza più bella della mia vita. Ho un sogno nel cuore…”.

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About Andrea Izzo

Appassionato di calcio e di musica, ex nuotatore che si dilettava sui campetti di periferia cercando di imitare, con scarsi risultati, gli idoli Roberto Baggio e Manuel Rui Costa. Sin dalla sua nascita ho collaborato come redattore per Gamefox Network che mi ha fatto scoprire la passione per la scrittura e per il web.
%d bloggers like this: