C’era una volta il vecchio Milan: blindato De Sciglio, nuovo contratto per El Shaarawy e Kakà pronto a tornare

Da anni il Milan da poco spazio ai giovani e da stagioni e stagioni è etichettato come una squadra di “vecchi”. Ma adesso la musica cambia e dopo le partenze dei vari senatori Gattuso, Seedorf, Nesta, Inzaghi e degli altri vecchietti come Van Bommel e Roma il ringiovanimento della rosa è continuato con la cessione importate di Ibrahimovic che si porta con se i suoi 30 anni. Puntare sul futuro, questa è la mossa del Milan. Basta ultratrentenni e se lo scorse annate si puntava a giocatori di esperienza, oggi l’esperienza si fa in casa. Oggi in un primo momento sembrava che De Sciglio fosse vicino al Genoa e lo stesso giocatore si era visto in sede di Via Turati, ma poi il Milan ha parlato dicendo che il giocatore era in sede per motivi di sponsor e che il giocatore non si muoverà in quanto sarà un punto importante per la prossima stagione. Già la scorsa stagione il giovane terzino aveva fatto qualche apparizione mostrando grande personalità e adesso per lui si potrebbe aprire un ottimo futuro.

LEGGI ANCHE  Ufficiale: Cristian Zapata è un giocatore del Milan

Chi invece è chiamato a fare il salto di qualità è sicuramente Stephen El Shaarawy che dopo la strepitosa annata al Padova ha vissuto la sua prima stagione in rossonero con ottime prestazioni, ma forse ancora poche per un talento come il suo. Talento che tutti hanno visto, anche il Milan che oggi gli ha prolungato il contratto di un anno, fino al 2017, come si legge in un comunicato ufficiale sul sito del Milan: “A.C. Milan comunica di aver prolungato il contratto di Stephan El Shaarawy fino al 30 giugno 2017“.

E mentre va avanti la trattativa per un altro giovane, il difensore del Montpellier Yanga-Mbiwa, un’altra è appena iniziata e rischia di essere il tormentone delle prossime settimane: Kakà. Il centrocampista brasiliano sembra essere ad un passo da tornare in rossonero. Tutti lo vogliono: dal Real Madrid che vuole togliersi di torno il suo pesante ingaggio, a Mourinho che gli ha chiaramente detto di non rientrare nel progetto; al Milan che sogna un Kakà bis ai tifosi che sono già pronti a tirar fuori nuovamente quel coro “Siam venuti fin qua per vedere segnare Kakà”. E infine anche per il giocatore stesso che come si è sentito amato al Milan non si è mai sentito da altre parti e che si è ritrovato da grande campione e giocatore fenomenale a riserva costretto a vedere le partite dalle panchine. E ora arrivato alla soglia dei 30 anni siamo sicuri che sarebbe disposto anche a ridursi quell’ingaggio faraonico che è l’unico problema al momento. E tutti lo vogliono rivedere al Milan, sperando che non sia un ritorno come quello di Sheva che sul piano tecnico concluse poco. E poi..questa volta c’è una maglia numero 10 libera, pronta a completarsi con la scritta Kakà.

LEGGI ANCHE  Lo Monaco offre Maxi Lopez e Galliani conferma: "E' uno da Milan"

Commenta

comments

Seguici su Facebook

About Andrea Izzo

Appassionato di calcio e di musica, ex nuotatore che si dilettava sui campetti di periferia cercando di imitare, con scarsi risultati, gli idoli Roberto Baggio e Manuel Rui Costa. Sin dalla sua nascita ho collaborato come redattore per Gamefox Network che mi ha fatto scoprire la passione per la scrittura e per il web.
%d bloggers like this: