Tuesday , 29 September 2020

Clamoroso: il City vuole Ronaldo e lui risponde: “Datemi 23 milioni all’anno”

Il calciomercato trema all’improvviso! E come da un paio d’anni a questa parte è opera del Manchester City e dello sceicco Mansour. La proposta questa volta è sconvolgente, da quelle da far girare la testa: la squadra allenata da Mancini vuole Cristiano Ronaldo. L’offerta per il Real Madrid è già pronta e si parla di circa 170 milioni d’euro, che superebbero i 94 sborsati due anni fa dalle merengues per strapparlo al Manchester United.

Ma prima c’è da convincere Ronaldo e il tentativo di convinzione è fatto con i soldi. Il portoghese ha fatto sapere che è disposto a lasciare la Spagna, ma solo per una super offerta: “23,5 milioni di euro a stagione netti“. Questa la cifra chiesta da CR7 che pretende anche la maglia numero 7 e la fascia da capitano. Un affare che andrebbe a sfiorare i 200 milioni d’euro, una cifra che potrebbe restare per sempre la più alta del calciomercato.

Alcune fonti scrivono che lo sceicco avrebbe già offerto al giocatore circa 400 mila euro a settimana (più bonus a rendimento e gestione dei diritti d’immagine), ma poichè le tasse in Inghilterra sono più alte il portoghese ha rifiutato, precisando però che l’offerta può essere migliorata per riparlarne. E proprio oggi sul Sunday Mirror viene scritto che Ronaldo avrebbe confermato tutto e una fonte vicina al giocatore a sua volta avrebbe confermato al tabloid le seguenti cose: “Cristiano dice che ci sono stati contatti tra lui e una terza parte. Dice che è estremamente lusingato dall’offerta ricevuta ma c’è ancora tanto da lavorare per colmare le differenze fra richiesta e offerta”. E’ quindi solo una questione di soldi? Se è così allora i tifosi del Real Madrid possono arrendersi perchè per lo sceicco Mansour i soldi non sono un problema. Cristiano Ronaldo sarà presto un giocatore del City per la gioia di Mancini.

 

 

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About Andrea Izzo

Appassionato di calcio e di musica, ex nuotatore che si dilettava sui campetti di periferia cercando di imitare, con scarsi risultati, gli idoli Roberto Baggio e Manuel Rui Costa. Sin dalla sua nascita ho collaborato come redattore per Gamefox Network che mi ha fatto scoprire la passione per la scrittura e per il web.
%d bloggers like this: