Combinata: Frenzel facile; 5° un generoso Runggaldier

Debutto per la formula del Penalty Race quest’oggi a Lillehammer/Sjusjøen. Nel salto contava solo la lunghezza, salvo cadute o mancata esecuzione del telemark che portavano a penalizzazioni.

In base alla distanza raggiunta, i concorrenti erano classificati in gruppi che dovevano compiere da 0 a 4 giri di penalità da 150 metri l’uno durante la gara ad inseguimento sui 10 km.

Solo 3 saltatori riuscivano a evitare le penalità: l’austriaco Bieler, il tedesco Frenzel e il francese Laheurte, in una prova contraddistinta dalle bizze del vento, che oggi non veniva corretto nei punteggi. Particolarmente penalizzati i primi della generale, tra cui Alessandro Pittin, costretti a saltare in improbe condizioni e indietro in classifica, con il norvegese Krog addirittura eliminato per non aver raggiunto i 112 metri. Molto bene invece il gardenese Lukas Runggaldier, settimo con soli 2 giri di penalità.

Partenza in massa di oltre 40 atleti, con gioco di squadra di tedeschi e statunitensi in avanti e italiani a cercare di avanzare insieme ai norvegesi. Frenzel approfittava così del lavoro dei compagni di squadra, i quali a metà gara deviavano verso il giro di penalità, lasciandolo con lo statunitense Demong, che si riservava l’ingrato compito per il finale, dimenticandosi però 1 giro e finendo squalificato. Ultimi 2 km. in solitudine per Frenzel, dopo i cedimenti di Laheurte e Bieler, che era riassorbito nel finale da un gruppetto tirato da uno scatenato Runggaldier, in testa per lungo tempo e seguito da altri 5 atleti.

LEGGI ANCHE  Combinata: Mattia Runggaldier campione del mondo junior!

Frenzel andava a vincere con facilità, mentre l’azzurro pagava la generosità subendo il sorpasso prima di Lamy Chappuis, poi di Kircheisen e Moan. Un quinto posto molto incoraggiante per un Runggaldier in costante crescita.
Anche gli altri italiani realizzaveno un’ottima operazione, con Pittin in rimonta dal 38° al 10° posto e Bauer da 37° a 17°.

Alessandro Pittin guadagna altre 2 posizioni e sale al 3° posto della classifica generale, dove Runggaldier è 14°.

Ora qualche giorno di riposo per tutti, di riflessione per la federazione su una formula di difficile comprensione ma interessante e appuntamento il prossimo weekend a Ramsau (Austria)

 

Risultati

Lillehammer/Sjusjøen, 4 dicembre 2011

Coppa del mondo

Commenta

comments

Seguici su Facebook

About A. Grilli (Kraut)