Saturday , 31 October 2020

Combinata: terza Coppa consecutiva per Lamy Chappuis; tappa a Bryan Fletcher

Jason Lamy Chappuis dà fondo alle ultime energie e si assicura la vittoria finale per il terzo anno di fila; primo successo per Bryan Fletcher

Giornata conclusiva per la lunga stagione della combinata nordica, su ben 23 gare individuali più 3 a squadre; invitati alla finale i migliori 30 nella classifica generale tra gli atleti presenti (mancava purtroppo l’azzurro Pittin, infortunato alla spalla).

Dovevano svolgersi 2 prove di salto e 15 km. di fondo come succedeva qualche anno fa, ma le bizze del vento hanno costretto la giuria ad annullare la seconda manche dopo alcuni risultati palesemente irregolari e a ridurre a 10 km. l’inseguimento.

Buon per il giapponese Kato, qualificatosi per pochi punti alla gara di oggi e autore di una prodezza che gli consentiva di prendere il via con ben 38 secondi su Edelmann e 39 su Bryan Fletcher, mai così bene nel salto. Vittoria molto risicata di Akito Watabe nella sfida per la Coppa del mondo: il giapponese non ripeteva la prestazione di ieri nel trampolino ed era solo 9°, davanti a Lamy Chappuis (16°), ma pur sempre in una posizione difficile, visto che per superare il francese era praticamente obbligato a vincere.

LEGGI ANCHE  Combinata: la grande rincorsa di Kokslien

Kato partiva molto bene, ma a metà gara dava segni di stanchezza. Bryan Fletcher, che inseguiva insieme a Storlien e Edelmann, accelerava e andava a prenderlo dopo 2/3 di gara. Dietro, Watabe cercava la rimonta insieme al norvegese Moan, ma recuperava solo pochi secondi. Sopraggiungeva Kokslien, il più veloce nel fondo, a cui era riuscito a resistere Lamy Chappuis, stringendo i denti, e la caccia prendeva nuovo vigore.

Davanti, tuttavia, Fletcher e Kato avevano ancora qualcosa da spendere e riuscivano a entrare nell’arena con qualche decina di metri di vantaggio. L’ultima salita era favorevole allo statunitense, che andava a cogliere il primo meritatissimo successo dopo una stagione di continui progressi. Kato era preda di un furioso Kokslien, che bissava il secondo posto di ieri, ma conquistava comunque il primo podio.

Watabe nel finale non disponeva dello sprint necessario e ripiegava in ottava posizione, proprio davanti a Lamy Chappuis che conquistava la Coppa più dura delle tre vinte, dopo un inverno con parecchi problemi nel salto e qualche défaillance, comprensibile peraltro vista la lunghezza della stagione.

LEGGI ANCHE  Biathlon: Tora Berger, Norvegia senza sosta a Holmenkollen

Alessandro Pittin chiude al settimo posto in classifica malgrado le 7 gare non disputate nel finale; un gennaio che rimarrà indimenticabile per l’azzurro con la tripletta di Chaux-Neuve.

Risultati

Holmenkollen, 10 marzo 2012

Coppa del mondo – Classifica finale

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About A. Grilli (Kraut)

%d bloggers like this: