Wednesday , 23 October 2019

Coulibaly: atleta di giorno e ladro di notte, una storia incredibile

La storia che vi raccontiamo oggi ha dell’incredibile, soprattutto nel placido mondo dell’atletica leggera, avvezzo semmai a frodi sportive – doping e quant’altro – ma non certo a furti con scasso.

Ebbene, questa è la storia di Toumany Coulibaly (a sinistra nella foto), sprinter e nazionale francese sui 200 e 400 metri (personali 21″23 e 45″74), che è stato arrestato con l’accusa di aver compiuto la bellezza di 35 furti con scasso in due mesi.

IL 25enne, che avrebbe confessato, di giorno si allenava, e di notte con l’aiuto di un complice che lo aspettava in macchina, rapinava le farmacie in stile banda del mattone, ovvero spaccando le vetrine, per poi darsela a gambe… e che gambe! Il bello è che nella vita privata tutti ne parlavano come di un ragazzo tranquillo, che tra l’altro frequentava il terzo anno di università.

La stessa allenatrice Patricia Girard, tra l’altro vincitrice di una medaglia olimpica ad Atlanta nel 1996, si era insospettita solo perché non lo vedeva più agli allenamenti, e appresa la notizia è caduta dalle nuvole. Il bello è che Coulibaly non era certo uno spiantato, e per fare atletica prendeva anche regolare stipendio dal suo club. Pazzesco…

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About Luca Landoni

Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia, mi occupo di sport, musica, spettacolo, politica, gossip e cultura: insomma, tutto e il contrario di tutto. Amante degli sport olimpici e del calcio minore. Ho praticato calcio, tennis, atletica leggera, tiro con l'arco e Pokemon GO. Milanese emigrato, vivo in Trentino. Contatto: info@direttaradio.it
%d bloggers like this: