Far West a Roma: ultrà della Lazio aggrediscono tifosi del Tottenham: uno è grave

È terrificante la notizia che giunge in mattinata da Roma, dove un gruppo molto nutrito di ultrà della Lazio (c’è chi dice 50 chi addirittura cento) nella notte ha devastato un pub abitualmente frequentato da inglesi e americani, il Drunken Ship a Campo dei Fiori, aggredendo e pestando selvaggiamente i 10 tifosi inglesi che vi stavano passando la serata, accorsi in città per Lazio-Tottenham di oggi.

L’assalto è stato condotto con strategia militare e tecniche di guerriglia. Un gruppo infatti si è piazzato all’uscita per sbarrare ogni via di fuga, un altro si è dato alla devastazione del locale con mazze e spranghe e alcuni hanno infierito sui malcapitati tifosi britannici la cui età varia dai 20 ai 60 anni.

La polizia è accorsa in massa ma non ha fatto in tempo a evitare lo scempio, pur riuscendo a fermarsi alcuni dei teppisti.

Si tratta di un atto di gravità spaventosa, che non abbiamo timore di paragonare ai luttuosi fatti dell’Heysel, quando furono gli hooligans (che le vittime fino a prova contraria non sono, e comunque la cosa non giustificherebbe comunque il gesto) a causare la morte di molti tifosi della Juventus. Un atto vile e barbarico che deve assolutamente segnare lo spartiacque tra il prima e il dopo del calcio italiano. Questa gente, questi cosiddetti ultrà che hanno partecipato alla spedizione punitiva, devono marcire in galera per il resto dei loro giorni.

Se poi dovesse scapparci il morto (e speriamo disperatamente di no) vanno tutti indagati per omicidio volontario. Tutti. E non mi si venga a dire che erano ragazzi e non sapevano che sarebbe andata a finire male. Devono pagare per quello che hanno fatto ad altri componenti della razza umana, che fino a prova contraria è la stessa loro, anche se sembrano più bestie in realtà. E faccio un complimento alle bestie sia chiaro.

Seguiremo questa vicenda da vicino, non potendo accettare che tutto finisca in niente. La banda che ha organizzato questo assassinio, perché di questo si tratta anche se non dovessero esserci morti, deve essere sgominata, distrutta. Un segnale per tutta la gente malata che dovesse prendere esempio da uno degli episodi più schifosi che mi ricordi in tanti anni di cronaca pallonara.

Ore 11.44: le prime notizie dall’ospedale parlano di otto feriti di cui uno grave ma fortunatamente non in pericolo di vita. Però dovrà essere sottoposto a un intervento chirurgico mentre gli altri contusi sono stati medicati con giorni di prognosi variabili tra i sette e venti.

Qui sotto alcune foto del pub Drunken Ship dopo l’assalto (clicca sulle immagini per ingrandirle)

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About Luca Landoni

Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia, mi occupo di sport, musica, spettacolo, politica, gossip e cultura: insomma, tutto e il contrario di tutto. Amante degli sport olimpici e del calcio minore. Ho praticato calcio, tennis, atletica leggera, tiro con l'arco e Pokemon GO. Milanese emigrato, vivo in Trentino. Contatto: info@direttaradio.it
%d bloggers like this: