Fondo: la rivincita di Northug; video

Petter Northug conquista l’oro nella 15 km. a tecnica libera resistendo al finale dello svedese Olsson; spariti i russi, ottavo Cologna

Il duro percorso di Lago di Tesero ha permesso una nettissima selezione quest’oggi nella 15 km. a cronometro a tecnica libera.

Pochi giorni fa a Davos, dietro allo svedese Olsson, i primi 30 erano racchiusi in 1’15”; oggi entro il medesimo distacco erano racchiusi solo in 7. A prevalere è stato Petter Northug, autore di una gara mozzafiato, con partenza velocissima e ritmo intenso finché gambe e fiato lo hanno sorretto. Il norvegese si è preso una importante rivincita su Dario Cologna, un risultato su cui in pochi contavano.

Nel finale Northug ha accusato la fatica ed è giunto ciondolante sul rettilineo d’arrivo, ma è riuscito a mantenere 11 secondi su Olsson, preparatosi appositamente per questa gara e a un passo dall’impresa. Per la Svezia è il terzo argento in pochi giorni, dopo i due secondi posti nelle team sprint.

Magnifica ancora una volta la prestazione di squadra dei norvegesi, con Gjerdalen, subentrato all’ultimo minuto al posto di Sundby, capace di guadagnarsi la medaglia di bronzo, con un pizzico di fortuna perché ha potuto usufruire della scia di Cologna per buona parte della gara, ma con ampio merito per il netto distacco inflitto a tutti quelli che lo seguono in classifica, a cominciare dal canadese Babikov, un atleta che in Val di Fiemme ottiene sempre ottimi piazzamenti. Il quinto posto di Røthe incorona ulteriormente la Norvegia quale compagine numero uno di questi mondiali.

LEGGI ANCHE  Sci nordico: Bardal beffa gli austriaci; Kowalczyk e Northug vincono le mass start

Notizie sconfortanti invece dai russi, che sono letteralmente affondati nella prova odierna; il solo Legkov ha lottato per le prime posizioni prima di crollare nel finale, il resto della squadra ha terminato dal 40° posto in giù. Calo drastico nella seconda parte di gara anche per il francese Manificat e per lo svedese Hellner. La Francia ha perso anche Gaillard, costretto al ritiro da un forte mal di schiena. C’è poco da gioire anche in casa italiana, dove il solo Hofer si è espresso a buoni livelli, mentre Clara ha fallito clamorosamente.

Inattesa la sconfitta di Cologna, che ha retto il confronto per 10 chilometri prima di arrendersi; per lui qualche chance venerdì nella staffetta, visti i progressi di Livers e Perl, ma Norvegia e Svezia sembrano due spanne sopra.

Sintesi della gara

Risultati

Mondiali di fondo – Val di Fiemme, 27 febbraio 2013

15 km. tecnica libera

1 NORTHUG Petter jr. NOR 34:37.1
2 OLSSON Johan SWE 34:48.9
3 GJERDALEN Tord Asle NOR 34:59.4
4 BABIKOV Ivan CAN 35:30.7
5 ROETHE Sjur NOR 35:40.1
6 HALFVARSSON Calle SWE 35:46.6
7 REHEMAA Aivar EST 35:49.5
8 COLOGNA Dario SUI 35:58.2
9 TEICHMANN Axel GER 36:02.8
10 RICHARDSSON Daniel SWE 36:03.9
11 PERL Curdin SUI 36:12.6
12 HEIKKINEN Matti FIN 36:16.8
13 HOFER David ITA 36:25.0
14 TSCHARNKE Tim GER 36:25.9
15 HOFFMAN Noah USA 36:27.1
16 LIVERS Toni SUI 36:34.0
17 HELLNER Marcus SWE 36:46.3
18 MANIFICAT Maurice FRA 36:49.2
19 BAUER Lukas CZE 36:50.8
20 LEHTONEN Lari FIN 36:56.2
21 CLARA Roland ITA 37:01.1
22 IVANOU Aliaksei BLR 37:04.1
23 RAZYM Ales CZE 37:04.5
24 DOTZLER Hannes GER 37:04.8
25 LEGKOV Alexander RUS 37:05.8
26 NOUSIAINEN Ville FIN 37:11.3
27 MAGAL Jiri CZE 37:12.8
28 MUSGRAVE Andrew GBR 37:16.3
29 WIBAULT Mathias FRA 37:17.6
30 JAKS Martin CZE 37:21.4

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About A. Grilli (Kraut)

%d bloggers like this: