Fondo: primo podio per l’azzurro David Hofer

Terzo posto per David Hofer nella sprint preolimpica dietro ai mostri Northug e Cologna. Kikkan Randall senza rivali tra le donne

Tempo di preolimpiche per lo sci di fondo, che testa le piste russe a Krasnaja Poljana, 50 km. da Sochi, teatro dei prossimi Giochi invernali fra 12 mesi. Abbondanti nevicate negli ultimi giorni e colori bianco e grigio a dominare il panorama, con la coltre candida e una nebbia a tratti fitta a fare compagnia agli atleti impegnati nella sprint in tecnica libera.

Un tracciato molto ostico, in particolare per gli uomini, che impiegano circa un minuto in più delle ragazze per completare il loro percorso. La gara si accende già nelle qualificazioni, con le clamorose eliminazioni di Justyna Kowalczyk e di Emil Jönsson. La leader di Coppa del mondo non sfrutta l’assenza delle norvegesi Johaug e Bjørgen e dovrà riprovarci nello skiathlon di domani; lo svedese primo nella classifica di specialità, dal canto suo, paga probabilmente la cattiva scelta dei materiali ed esce dalle finali per 4 centesimi. Stesso destino per il connazionale Peterson, il norvegese Hattestad e purtroppo anche per Federico Pellegrino, mentre si qualificano David Hofer, Fabio Pasini e Fulvio Scola, imitati da Gaia Vuerich tra le donne.

Migliori tempi per Dario Cologna e per la biathleta finlandese Laukkanen, che approfitta della pausa della sua Coppa del mondo per fare un figurone senza la carabina sulla schiena. Pletora di russi nei primi 30, con le novità Kuklin e Ustjugov, quest’ultimo grande protagonista degli ultimi mondiali giovanili.

Quarti di finale senza scossoni, con Laukkanen agevolmente qualificata, Randall determinata a difendere la testa della graduatoria sprint e Korosteleva, Nikolaeva, Jean e Brun-Lie prime nelle altre batterie. Fuori l’azzurra Vuerich, quarta nella sua prova. Tra gli uomini passeggiano Cologna e Northug, come il russo Petuhov, che vince il suo quarto di finale davanti all’azzurro Hofer, molto valido tatticamente. Russi in evidenza con Krjukov e Cernousov, che supera il turno insieme a Morilov escludendo Fabio Pasini, il quale si fa parzialmente chiudere dai due atleti di casa. Eliminato Scola, resta solo Hofer in semifinale per la squadra italiana.

LEGGI ANCHE  Fondo: rivincita di Cologna e orgoglio Kowalczyk

Prima semifinale femminile con Astrid Jacobsen a fare selezione e a resistere su Laukkanen in volata. Ripescate anche Jean e Sargent, perché nella seconda semifinale dietro a Randall c’è il vuoto: ben 2 secondi, che potevano essere molti di più, tra la statunitense e la norvegese Brun-Lie che si guadagna l’ultimo posto in finale.

Semifinali maschili molto più agguerrite; nella prima Petuhov fa il ritmo insieme a Cologna. Il russo accelera nella seconda salita, dove cede Gafarov, mentre Hofer tiene bene il contatto. In volata spunta anche Ustjugov, che affianca Petuhov e Cologna, con Hofer che resta in seconda fila e deve sperare nel ripescaggio. Speranza ripagata, perché l’andatura imposta da Cernousov per oltre metà gara è molto più lenta. Nel finale Northug e Krjukov estromettono il battistrada e si qualificano per l’atto conclusivo.

Randall subito al comando in finale, seguita da Brun-Lie e Jean. Non cambiano le posizioni in salita e nella successiva lunga discesa, al termine della quale Brun-Lie si avvicina alla statunitense, ma in rettilineo cambiano le cose e Randall riparte e vince con facilità, davanti a Aurore Jean, che conquista un podio storico per la Francia al femminile davanti a Brun-Lie.

Ustjugov si mette a tirare per i primi metri della finale maschile, seguito da Cologna e Hofer, quindi Northug e gli altri due russi. Piccolo buco in discesa tra i primi 3 e il terzetto inseguitore. Sulla seconda salita attacco di Cologna, ma Ustjugov resiste. E’ la volta di Hofer ad allungare e a scollinare per primo, davanti a Northug, Cologna e Ustjugov. Hofer si distende sul penultimo rettilineo e comanda con due lunghezze su Northug, che negli ultimi 100 metri lo supera e vince davanti a Cologna e all’azzurro, che centra il primo podio in carriera e dà sfogo a tutta la sua gioia. Un grande risultato per Hofer, che mette da parte una serie di ottime occasioni sprecate nel corso della stagione e si gode un terzo posto alle spalle dei due campionissimi. Russia delusa con nessun atleta sul podio, malgrado la grande giornata di Ustjugov.

LEGGI ANCHE  Fondo: Vylegzhanin e Johaug i più resistenti a Rybinsk

Risultati

Sochi, 1 febbraio 2013

Sprint a tecnica libera

Donne

1 RANDALL Kikkan USA
2 JEAN Aurore FRA
3 BRUN-LIE Celine NOR
4 JACOBSEN Astrid Uhrenholdt NOR
5 LAUKKANEN Mari FIN
6 SARGENT Ida USA
7 INGEMARSDOTTER Ida SWE
8 VAN DER GRAAFF Laurien SUI
9 KOLB Hanna GER
10 NIKOLAEVA Svetlana RUS
11 KOROSTELEVA Natalia RUS
12 GAIAZOVA Daria CAN
13 KYLLOENEN Anne FIN
14 HERRMANN Denise GER
15 DIGGINS Jessica USA
16 BROOKS Holly USA
17 RINGWALD Sandra GER
18 JONES Perianne CAN
19 VUERICH Gaia ITA
20 FESSEL Nicole GER
21 BJORNSEN Sadie USA
22 DOTSENKO Anastasia RUS
23 OEBERG Jennie SWE
24 PROCHAZKOVA Alena SVK
25 NILSSON Stina SWE
26 GODOVANICHENKO Daria RUS
27 VISNAR Katja SLO
28 MATVEEVA Natalia RUS
29 CEBASEK Alenka SLO
30 MALVALEHTO Mona-Lisa FIN

Coppa del mondo

1 KOWALCZYK Justyna POL 1372
2 JOHAUG Therese NOR 947
3 RANDALL Kikkan USA 874
4 STEIRA Kristin Stoermer NOR 742
5 KYLLOENEN Anne FIN 681
6 WENG Heidi NOR 628
7 BJOERGEN Marit NOR 562
8 LAHTEENMAKI Krista FIN 545
9 JACOBSEN Astrid Uhrenholdt NOR 500
10 HERRMANN Denise GER 444
LEGGI ANCHE  Fondo: argento under 23 per Debora Agreiter

Coppa sprint

1 RANDALL Kikkan USA 356
2 FALLA Maiken Caspersen NOR 240
3 BRUN-LIE Celine NOR 195
4 OESTBERG Ingvild Flugstad NOR 189
5 MALVALEHTO Mona-Lisa FIN 170
6 KOWALCZYK Justyna POL 154
7 INGEMARSDOTTER Ida SWE 151
8 HERRMANN Denise GER 143
9 KYLLOENEN Anne FIN 123
10 JEAN Aurore FRA 121
11 KOLB Hanna GER 121

Uomini

1 NORTHUG Petter jr. NOR
2 COLOGNA Dario SUI
3 HOFER David ITA
4 USTIUGOV Sergey RUS
5 KRIUKOV Nikita RUS
6 PETUKHOV Alexey RUS
7 CHERNOUSOV Ilia RUS
8 KERSHAW Devon CAN
9 GLOEERSEN Anders NOR
10 WURM Harald AUT
11 MORILOV Nikolay RUS
12 GAFAROV Anton RUS
13 NEWELL Andrew USA
14 PARFENOV Andrey RUS
15 PASINI Fabio ITA
16 TRITSCHER Bernhard AUT
17 HAMILTON Simeon USA
18 MUSGRAVE Andrew GBR
19 JAPAROV Dmitriy RUS
20 VALJAS Len CAN
21 KUKLIN Mikhail RUS
22 CHEBOTKO Nikolay KAZ
23 TAMBORNINO Eligius SUI
24 EISENLAUER Sebastian GER
25 TEICHMANN Axel GER
26 PEREKHODA Ruslan UKR
27 NARUSE Nobu JPN
28 POLTORANIN Alexey KAZ
29 PENTSINEN Anssi FIN
30 SCOLA Fulvio ITA

Coppa del mondo

1 COLOGNA Dario SUI 898
2 LEGKOV Alexander RUS 865
3 NORTHUG Petter jr. NOR 859
4 VYLEGZHANIN Maxim RUS 706
5 POLTORANIN Alexey KAZ 653
6 HELLNER Marcus SWE 559
7 CHERNOUSOV Ilia RUS 513
8 JOENSSON Emil SWE 483
9 BAUER Lukas CZE 399
10 DI CENTA Giorgio ITA 379

Coppa sprint

1 JOENSSON Emil SWE 342
2 KRIUKOV Nikita RUS 213
3 PETERSON Teodor SWE 210
4 NEWELL Andrew USA 182
5 NORTHUG Petter jr. NOR 176
6 GLOEERSEN Anders NOR 159
7 PETUKHOV Alexey RUS 144
8 BRANDSDAL Eirik NOR 129
9 COLOGNA Dario SUI 120
10 VALJAS Len CAN 116

 

 

 

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About A. Grilli (Kraut)

%d bloggers like this: