Friday , 25 September 2020

Genoa-Siena: sono arrivati i deferimenti di Palazzi

Sono arrivati i deferimenti del Procuratore Federale, Stefano Palazzi, per la famosa partita in cui i giocatori genoani si erano tolti le casacche rossoblu e le avevano consegnati agli ultras imbufaliti per l’andamento della squadra. Quella scena, a dir poco vergognosa, era arrivata nel bel mezzo della gara tra il Genoa ed il Siena, che i bianconeri stavano vincendo con un largo divario, spingendo i grifoni verso quella serie B poi scampata nelle ultime giornate: una pagina nerissima di violenza sportiva, che non aveva solo scatenato l’indignazione popolare, ma avevo fatto anche aprire un indagine sportiva per individuare i responsabili.

Indagine che si sta evolvendo e che, oggi, ha portato al deferimento del presidente del Genoa, Enrico Preziosi, di un dirigente genoano, Francesco Salucci e di ben sedici giocatori; il deferimento è arrivato anche per lo storico club rossoblu, accusato di responsabilità oggettiva. Ad esser maggiormente nei guai sono presidente e dirigente del Genoa, che sono accusati di aver acconsentito lo spogliarello dei loro giocatori, legittimando così il comportamento intimidatorio e violento avuto da quei tifosi, o pseudo tali, che con quelle loro richieste dittatoriali, avevano tenuto in ostaggio il Genoa e “Marassi”, nel bel mezzo di un pomeriggio di ordinaria follia.

LEGGI ANCHE  Primavera: Genoa-Siena 0-0. La diretta live

Parlando invece dei giocatori deferiti, ecco l’elenco completo dei sedici: Sebastién Jacques André Frey, Andreas Granqvist, Marco Rossi, Rodrigo Sebastián Ignacio  Palacio, Giandomenico Mesto, Cesare Bovo, Juraj Kucka, Alberto Gilardino, Davide Biondini, Luis Miguel Pinto Veloso, Jose Eduardo Bischofe, Valter Birsa, Kahka Kaladze, Jorquera Torres Cristobal, Giuseppe Sculli e Luca Antonelli, accusati di aver ceduto alla violenta protesta perpetrata dagli ultras del grifone. Tra loro, Sculli sembra essere il più inguaiato, visto che gli viene accusato di essere stato a conoscenza di questa rivolta, che gli sarebbe stata preannunciata da uno dei capi della tifoseria rossoblu, e di aver successivamente intrattenuto contatti con i suddetti ultras.

Ora bisognerà vedere come si evolveranno le cose, ma questi deferimenti non dovrebbero essere troppo pericolosi per dirigenti, giocatori e squadra genoana, in quanto il rischio maggiore sembra essere una squalifica di un paio di giornate per i giocatori, ed una penalizzazione di uno o due punti per la società, ma con tutta probabilità tutto si risolverà con una multa salata. Certo è che il Genoa, in quella giornata, aveva già perso la faccia ed il rispetto di tante persone e comunque vadano questi deferimenti, nessuno potrà cancellare l’onta di aver ceduto ad un ricatto.

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About Antonio Leonardi

Amante dello sport ma sopratutto appassionato di calcio molto originale, specie nella scelta delle squadre da tifare. Dal 2010 inizia la sua avventura nel giornalismo sportivo, collaborando con Diretta Radio e successivamente iniziando a scrivere per diversi quotidiani sportivi locali Contatto: anto_er_vicentino@libero.it
%d bloggers like this:
-->