Saturday , 31 October 2020

Milan-Barcellona: il punto sulle due squadre e le probabili formazioni

E’ arrivato il giorno di Milan-Barcellona, ma quale è la situazione delle due squadre? Iniziamo dai rossoneri di mister Allegri che ha convocato 20 giocatori e nella lista compare anche Emanuelson che ha superato il problema alla caviglia e nella rifinitura di ieri ha lavorato con il resto del gruppo. Le assenze più importanti in casa Milan saranno nel reparto difensivo dove si sentirà la mancanza di Thiago Silva, uscito dopo dieci minuti nell’anticipo di sabato contro la Roma e che ne avrà per almeno un mese. Out anche Abate che però dovrebbe recuperare in tempo per la gara di ritorno. La nota positiva è il recupero di Nesta, anche se non al 100% della condizione. L’ex giocatore della Lazio farà coppia al centro con Mexes, con Bonera a destra (ottima la sua prova con la Roma dove però ha giocato centrale dopo l’uscita di Thiago Silva) e Antonini a sinistra. Il centrocampo punterà sulla classe del veterano Clarence Seedorf che non sbaglia mai in appuntamenti come questo. Insieme a lui la fisicità di Nocerino e Ambrosini con Aquilani che partirà dalla panchina. Non saranno disponibili Van Bommel squalificato e Muntari che non è stato inserito in lista Champions. Ottime notizie dal reparto offensivo dove si registrano due ritorni dal primo minuto: quello del ghanese Boateng, che si era rivisto anche nel secondo tempo contro la Roma e quello del brasiliano Robinho che tanto bene aveva fatto nell’andata contro l’Arsenal. E poi il solito Ibrahimovic a cui tutti i tifosi rossoneri chiedono di essere decisivo anche nelle grandi partite. Ecco quindi i convocati di Allegri e a seguire la probabile formazione:

LEGGI ANCHE  Melfi-Arzanese 0-1. La diretta live

CONVOCATI: Abbiati, Amelia, Antonini, Bonera, De Sciglio, Mesbah, Mexes, Nesta, Zambrotta, Yepes, Ambrosini, Aquilani, Boateng, Emanuelson, Nocerino, Seedorf, El Shaarawy, Ibrahimovic, Maxi Lopez, Robinho.

Milan (4-3-1-2): Abbiati; Bonera, Mexes, Nesta, Antonini; Nocerino, Ambrosini, Seedorf; Boateng; Ibrahimovic, Robinho. A disp. Amelia, Yepes, Mesbah, Aquilani, Emanuelson, El Shaarawy, Maxi Lopez.

Nel Barcellona invece sono 21 i convocati da parte di Guardiola che inserisce anche Afellay, assente da settembre. Manca invece Adriano alle prese con una lesione muscolare e Abidal per motivi che purtroppo tutti noi conosciamo. Al centro della difesa insieme a Piquè ci sarà quindi l’argentino Mascherano con Puyol spostato a sinistra, mentre a destrà agirà Dani Alves. Il Milan dovrà cercare di fermare (oltre a Messi) anche i due palleggiatori di centrocampo Iniesta e Xavi, che saranno supportati da Busquets. Reduci dal recupero di ben quattro punti in due gare, gli uomini di Guardiola in Liga sono distaccati di sei lunghezze dal Real Madrid e vengono dalla vittoria di sabato per 2-0 contro il Maiorca. Negli ottavi di finale sontuosa vittoria per un complessivo di 10-2 contro il Bayer Leverkusen (3-1 in Germania, 7-1 al Camp Nou). Come già detto, particolare attenzione a Lionel Messi attuale capocannoniere della Champions con 12 reti di cui 5 proprio nel 7-1 contro i tedeschi.

LEGGI ANCHE  Catania-Palermo 2-0. La diretta live

CONVOCATI: Valdes, Pinto, Alves, Piquè, Fabregas, Puyol, Xavi, Iniesta, Alexis, Messi, Thiago, Mascherano, Keita, Sergio Busquets, Pedro, Afellay, Cuenca, Muniesa, Montoya, Oier e Cristian Tello.

Barcellona (4-3-3): Valdes; Dani Alves, Piqué, Mascherano, Puyol; Xavi, Busquets, Iniesta; Fabregas, Messi Sanchez. A disp. Pinto, Montoya, Muniesa, Thiago, Keita, Pedro, Tello)

Infine vi regaliamo una statistica che speriamo sia di buon auspicio per il Milan. I rossoneri infatti non hanno mai perso un quarto di finale di Champions League a San Siro: sono infatti 14 i precedenti e ad oggi sono 10 le vittorie e 4 i pareggi. Cosa serve al Milan questa sera? Servirebbe prima di tutto una vittoria, ma sarebbe anche fondamentale non prendere gol in casa.

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About Andrea Izzo

Appassionato di calcio e di musica, ex nuotatore che si dilettava sui campetti di periferia cercando di imitare, con scarsi risultati, gli idoli Roberto Baggio e Manuel Rui Costa. Sin dalla sua nascita ho collaborato come redattore per Gamefox Network che mi ha fatto scoprire la passione per la scrittura e per il web.
%d bloggers like this: