Friday , 19 August 2022

Morte di Wanjiru: l’incredibile storia dell’oro in maratona a Pechino


Sammy Wanjiru è morto. L’oro olimpico della maratona di Pechino 2008 è saltato dal balcone della sua casa di Nyahururu ed è stato trovato a terra col cranio fratturato. Ancora da capire la dinamica dei fatti. C’è chi parla di suicidio, ma pare che il kenyano sia stato trovato dalla moglie con la sua amante; la donna lo avrebbe rinchiuso a chiave in camera da letto e lui ha tentato di uscire (o buttarsi) dalla finestra.

Ma chi era Wanjiru? Si tratta di un atleta per così dire storico, perché ha segnato il momento in cui il Kenya ha vinto la sua prima maratona olimpica, a Pechino 2008. Fino ad allora la distanza più lunga del programma olimpico era l’unica che non aveva mai visto il dominio del paese padrone del fondo mondiale.

Aveva solo 18 anni Wanjiru quando varcava la linea del traguardo in 2:06.32, un tempo assolutamente pazzesco se si tiene anche conto del fatto che parliamo di Olimpiadi, quindi di gare solitamente tattiche e lontane dai record.

Ma Sammy aveva vinto anche dopo: una volta a Londra e due a Chicago (nel video vediamo l’impresa con la sua intervista successiva), segnando una vera era di dominio nella maratona mondiale. Un’era che pareva destinata a durare chissà quanti anni e che invece ora si è spezzata nel modo più assurdo e incredibile.

Seguici su Facebook e su Telegram

About Luca Landoni

Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia, mi occupo di sport, musica, spettacolo, politica, gossip e cultura: insomma, tutto e il contrario di tutto. Amante degli sport olimpici e del calcio minore. Ho praticato calcio, tennis, atletica leggera, tiro con l'arco, tennistavolo e Pokemon GO. Milanese emigrato, vivo in Trentino. Contatto: info@direttaradio.it
%d bloggers like this: