Orienteering: prima vittoria in CDM per la giovane Alexandersson

Weekend conclusivo per la Coppa del mondo di corsa orientamento con due gare nel cantone svizzero di Neuchatel

Oggi pomeriggio si è disputata una gara middle distance a Les Ponts-de-Martel, su un terreno con pendenze lievi e alternanza di terreni aperti e bosco moderatamente fitto, a tratti molto sassoso. I punti di controllo erano costituiti quasi esclusivamente da forme del terreno.

Gara maschile molto equilibrata, ma a spuntarla è stato ancora una volta il miglior specialista della distanza, il francese Thierry Gueorgiou, che ha prevalso per soli 13 secondi sul leader di Coppa, lo svizzero Daniel Hubmann.
Lotta serratissima tra i due, mai divisi da più di 27 secondi, con il turgoviese in grado di sopravanzare il transalpino per un breve tratto della fase centrale del percorso.
Terzo posto appannaggio dell’altro elvetico Hertner, grazie al suo noto spunto finale che gli ha permesso nell’ultimo minuto di ribaltare la situazione nei confronti del finlandese Ikonen. A seguire diversi atleti racchiusi in poche decine di secondi, con la conferma ad alti livelli dell’austriaco Kerschbaumer, ottavo. Ventiduesimo il francese Basset, per parecchio tempo leader provvisorio al traguardo, e delusione dal norvegese Lundanes, incorso come al Nordic Tour in un per lui macroscopico (3 minuti) errore a metà gara, quando viaggiava in terza posizione a soli 22 secondi da Gueorgiou, il quale accorcia le distanze in Coppa da Hubmann, anche se difficilmente domani potrà tentare il sorpasso nella sprint di La-Chaux-de-Fonds. Trentottesimo il migliore degli italiani, Alessio Tenani, a 6’24”.

LEGGI ANCHE  Orienteering: un solo azzurro nella finale Long

Minore equilibrio nella gara femminile, dove la 19enne svedese Tove Alexandersson prosegue la striscia vincente della sua nazionale. Un vero fenomeno di precocità questa ragazza, già più volte campionessa del mondo juniores e titiolata anche nello sci-orientamento; quest’oggi ha occupato la prima posizione fin dalla prima lanterna, relegando a 1’29” la più esperta connazionale Helena Jansson, trasferitasi quest’anno proprio in Svizzera.
Primo podio per la 23enne norvegese Ida Marie Næss Bjørgul, che si è tolta la soddisfazione di battere la finlandese Minna Kauppi.
Da segnalare il quinto posto della junior svedese Linnea Martinsson, per più di metà gara in seconda posizione, e il decimo dell’altra gialloblu Lisa Strand, in evidente crescita, a rendere indiscutibile la supremazia svedese nel settore femminile.
Sono proprio due atleti del paese delle “tre kronor” le meglio piazzate per la vittoria conclusiva. Annika Billstam, oggi solo quindicesima, dovrà difendersi nella gara di domani, che assegnerà punteggio doppio, dal ritorno di Jansson. Matematicamente sono possibili altri inserimenti, ma è difficile che il successo finale sfugga ad una di queste due orientiste.
Prima azzurra oggi la giovane Carlotta Scalet, 49a.

Risultati

Les Ponts-de-Martel, 1 ottobre 2011

LEGGI ANCHE  Orienteering: la photogallery della vittoria di Dallavalle

9^ prova di Coppa del mondo

Middle distance

Uomini – 7000 m. + 180 m. dislivello
1 Thierry Gueorgiou FRA 35:52 0:00
2 Daniel Hubmann SUI 36:05 +0:13
3 Fabian Hertner SUI 36:43 +0:51
4 Pasi Ikonen FIN 36:46 +0:54
5 Peter Öberg SWE 36:56 +1:04
6 Baptiste Rollier SUI 37:10 +1:18
7 Matthias Merz SUI 37:20 +1:28
8 Gernot Kerschbaumer AUT 37:25 +1:33
9 Carl Waaler Kaas NOR 37:45 +1:53
10 Oleksandr Kratov UKR 37:51 +1:59
11 Matthias Kyburz SUI 38:04 +2:12
12 David Andersson SWE 38:20 +2:28
13 Olle Boström SWE 38:36 +2:44
14 Jonne Lehto FIN 38:41 +2:49
15 Martin Hubmann SUI 38:44 +2:52
16 Tomas Dlabaja CZE 38:46 +2:54
17 Wojciech Kowalski POL 38:55 +3:03
18 William Lind SWE 39:14 +3:22
19 Audun Hultgreen Weltzien NOR 39:25 +3:33
20 Philippe Adamski FRA 39:26 +3:34
21 Matthias Müller SUI 39:30 +3:38
22 Lucas Basset FRA 40:07 +4:15
23 Erik Rost SWE 40:10 +4:18
24 Marc Lauenstein SUI 40:12 +4:20
24 Olav Lundanes NOR 40:12 +4:20
26 Hans Gunnar Omdal NOR 40:14 +4:22
27 Anders Holmberg SWE 40:19 +4:27
28 Gaute Hallan Steiwer NOR 40:39 +4:47
29 Tero Föhr FIN 40:42 +4:50
30 Stepan Kodeda CZE 40:46 +4:54

Donne – 5600 m. + 140 m. dislivello
1 Tove Alexandersson SWE 33:16 0:00
2 Helena Jansson SWE 34:45 +1:29
3 Ida Marie Ness Bjorgul NOR 34:50 +1:34
4 Minna Kauppi FIN 34:59 +1:43
5 Linnea Martinsson SWE 35:43 +2:27
6 Dana Brozková CZE 35:46 +2:30
7 Amélie Chataing FRA 36:01 +2:45
8 Maja Alm DEN 36:26 +3:10
9 Rahel Friederich SUI 36:29 +3:13
10 Lina Strand SWE 36:35 +3:19
11 Signe Søes DEN 36:58 +3:42
12 Heidi Østlid Bagstevold NOR 37:18 +4:02
12 Betty Ann Bjerkreim Nilsen NOR 37:18 +4:02
14 Saila Kinni FIN 37:23 +4:07
15 Annika Billstam SWE 37:25 +4:09
16 Sara Lüscher SUI 37:30 +4:14
17 Ines Brodmann SUI 37:47 +4:31
18 Angela Wild SUI 37:48 +4:32
19 Merja Rantanen FIN 37:52 +4:36
20 Lea Müller SUI 37:59 +4:43
21 Tone Wigemyr NOR 38:09 +4:53
22 Venla Niemi FIN 38:12 +4:56
23 Katri Lindeqvist FIN 38:27 +5:11
24 Maria Magnusson SWE 38:32 +5:16
25 Charlotte Bouchet FRA 38:40 +5:24
26 Sara Eskilsson SWE 38:54 +5:38
27 Kine Hallan Steiwer NOR 38:58 +5:42
28 Marianne Andersen NOR 39:01 +5:45
29 Judith Wyder SUI 39:12 +5:56
30 Lilian Forsgren SWE 39:20 +6:04

LEGGI ANCHE  Orienteering: Francia maschile e Finlandia femminile campioni del mondo in staffetta

Coppa del mondo – classifica dopo 9 di 10 gare

Uomini

Donne

 

Punteggi di domani:

200 160 120 100 90 80 74 70 66 62 e così via

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About A. Grilli (Kraut)

%d bloggers like this: