Tuesday , 19 October 2021

Play-Off di Serie B: gli esiti di Brescia-Livorno e Novara-Empoli avvantaggiano chi si è piazzato meglio in campionato

Si è da poco conclusa la seconda semifinale play-off del campionato di Serie B tra Novara ed Empoli terminata con lo stesso punteggio della prima gara di oggi tra Livorno e Brescia che si era conclusa 1-1 Novara-Empoli pur, essendosi abbassata d’intensità nella seconda frazione, ha mostrato due squadre che per il gioco espresso nella stagione regolare meriterebbero la finale e l’approdo comune in Serie A. I toscani di Sarri ed i piemontesi dell’ex bandiera empolese Aglietti hanno pagato il disastroso avvio di stagione 2012/2013 altrimenti avrebbero potuto insidiare Verona e Sassuolo. E’ stato confermato che l’Empoli ha una tecnica individuale superiore con 3 uomini d’attacco che sono invidiati da mezza massima serie. Il Novara deve recuperare lo smalto di febbraio ,marzo o difficilmente farà bottino pieno in Toscana. Sono mancati i tre uomini più importanti dei padroni di casa.  Pablo Gonzalez gioca in maniera indisponente da circa 2 mesi; Fernandes non si è visto quasi per nulla avendo forse pagato il fatto di essere un classe 94, e Seferovic si è fatto vedere solo al minuto 71. La squadra di Aglietti ha messo in evidenza la solita facilità nel subire gol e forse il tecnico nella ripresa non ha fatto tutto il possibile per vincere la gara. Tuttavia  qualche speranza per il Novara c’è. Innanzitutto l’Empoli ha avuto un miglior rendimento in trasferta durante la stagione regolare; da febbraio ad aprile il Novara ha dimostrato di poter vincere su qualunque campo, ed il gol dell’1-1  è arrivato dopo che Lisuzzo ha salvato i suoi dalla palla del 2-0 calciata da Maccarone. Infine i padroni di casa hanno dimostrato di saper reagire dopo aver subito lo schiaffo del vantaggio ospite I cambi obbligati hanno certamente favorito il Novara. Al  posto di Pesce è entrato l’esperto Marianini mentre dall’altra parte è entrato il giovane Laurini che ha immediatamente procurato il penalty del pareggio ed in seguito si è fatto bere ripetutamente da Lazzari Ricordiamo che quest’anno il Novara ha già espugnato il Castellani. Vedremo cosa accadrà

Più compromessa   è la situazione del Brescia che tutto sommato era passato in vantaggio meritatamente, ma un errore di Arcari ha dato a Paulinho la possibilità di trovare in modo facile facile il gol del pareggio. Arcari generalmente è un portiere di grande affidabilità, uno da un paio di errori all’anno, ma quest’anno ha già fatto un errore in campionato proprio contro i livornesi. Ciò che rende molto difficile l’impresa dei bresciani non è tanto il fatto di doversi imporre fuori casa ma i contemporanei infortuni di Zambelli e Caracciolo. Il Brescia dovrà presentarsi all’Ardenza con un oggetto misterioso di nome Sodinha ed un oggetto pressoché inguardabile di nome Mitrovic, un giocatore, quest’ultimo che viene descritto come un campionissimo del futuro solamente dal presidente della squadra lombarda Gino Corioni. Di certo non sarà facile  per le rondinelle andare ad imporsi probabilmente privi sia del capitano sia di quello che è da poco diventato il capocannoniere della squadra in assoluto. Dall’altra parte se l’è cavata invece il terzino Lambrughi  che ha subito solo un giallo dopo un’entrata semi-assassina su Fausto Rossi. Brescia e Livorno si sono già affrontate nei play-off di B,precisamente nella finale del 2009. Anche allora il Brescia non riuscì  a chiudere in vantaggio la gara d’andata che terminò 2-2 ed al ritorno uno strepitoso Diamanti portò i labronici in A. Quella gara terminò 3-0  Dunque il Livorno sembra in netto vantaggio dopo una partita complessivamente brutta  dove spesso i presenti si concentravano non sul gioco ma sui comportamenti di Mario Balotelli  presente in tribuna ed autore di un numero infinito di autografi.

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About Stefano beccacece

%d bloggers like this: