Wednesday , 6 July 2022
Breaking News

Salto con gli sci: la solidità tedesca ha la meglio

A Courchevel successo della Germania nel mixed team event, più regolare del Giappone. Terzo posto a sorpresa per la Francia

Come ogni anno, si ripropone l’appuntamento agostano di Courchevel, che per l’occasione ospita 3 gare in poco più di 24 ore.
L’apertura del programma è toccata alla gara a squadre mista, che non ha mancato di offrire colpi di scena e ribaltamenti di situazione.
Presenti 10 squadre, con l’Austria in formazione rimaneggiata (assenti i più forti uomini e convalescente l’ex campionessa del mondo Iraschko), e l’Italia in difficoltà con le donne, piuttosto fuori forma a cominciare da Evelyn Insam, reduce da un’operazione al menisco.
Rientrano invece nel circuito gli USA, che passano subito al comando con Jessica Jerome in una prima serie caratterizzata, come lo sarà il resto della gara, da un vento alquanto ballerino. Subito fuori causa l’Austria con Katharina Keil, mentre i favoriti giapponesi, tedeschi e sloveni si piazzano alle spalle della francese Lemare.

Nella seconda rotazione Davide Bresadola si conferma l’azzurro più in palla e sfrutta il vento per atterrare a 132, 5 metri, rimediando alla prova incolore di Elena Runggaldier. Italia quinta, mentre al comando si porta il giappone grazie a Watase, davanti a Germania e Slovenia.

Grande attesa per il debutto stagionale di Sarah Hendrickson, migliore in prova,  ma la sua performance è da dimenticare. Le donne riportano sul podio la Francia, alle spalle della Germania ma soprattutto di una scatenata Takanashi che vola lontano e porta a 24 lunghezze il vantaggio del Giappone. Tiene bene il Canada, pur in assenza dell’infortunata Pretorius, con Tanaka che scavalca la slovenia di un’opaca Logar. L’Italia scende al settimo posto con una Insam molto prudente, mentre la ceca Dolezelova sbaglia completamente lo stacco, dimostrando scarsa abitudine ai trampolini grandi come quello utilizzato oggi.

LEGGI ANCHE  Salto con gli sci: Wellinger senza rivali a Courchevel

Nell’ultima serie della prima manche brutto scherzo dal vento per il francese Descombes Sevoie, che si ferma a 107 metri, ricompensato in parte dal coefficiente che quest’anno è più generoso con chi salta brezza alle spalle.
In testa cambia tutto perché Takeuchi cade malamente e si fa scavalcare dal tedesco Wellinger, una garanzia, e dal canadese Boyd-Clowes, autore del salto più lungo (134 metri). Male Morassi che salva l’ottavo posto e la qualificazione alla seconda manche per 16 punti sull’Austria.

Dopo la pausa spicca il balzo di Yuki Ito che riporta il Giappone a soli 4 punti dai tedeschi, mentre la slovena Vtic appoggia a terra la schiena e cede preziosissimi punti a vantaggio della Francia, che approfitta anche del disastroso salto della canadese Henrich.

Ci pensa Dezman a rimettere sul podio la Slovenia, alle spalle di un Neumayer di lusso, capace di guadagnare 15 punti su Watase. Francia e Canada restano in corsa per il terzo posto, avvicinati da un convincente Bresadola, unica carta italiana di valore quest’oggi.

LEGGI ANCHE  Salto con gli sci: finita l'attesa, è arrivata Ema Klinec

Nell’ultima serie femminile altra delusione da Hendrickson e altra prodezza di Takanashi che abbozza perfino un buon telemark e riporta avanti la sua squadra con 11 punti sulla Germania; Mattel e Tanaka rilanciano e superano la Slovenia.

Gran finale con conto alla rovescia: l’Italia resta settima sulla Russia, Pungertar prova a regalarsi un compleanno felice ma Descombes riesce a mantenere 4 punti di margine e conquista un podio galvanizzante per la squadra ospite.
Andreas Wellinger parte da 2 stanghe più in basso, ma riesce ugualmente a superare il punto K mettendo una decisiva pressione su Takeuchi, il quale conferma la giornata no fermandosi a 111 metri e permettendo il sorpasso tedesco in extremis.

Emozioni fino in fondo e successo finale per la squadra che ha gestito con regolarità l’intera gara; domani rivincite immediate con 2 prove individuali, dapprima quella femminile dal Normal Hill e in seguito quella maschile dall’odierno Large Hill.

Risultati

Courchevel, 14 agosto – Gara mista a squadre

1 GERMANY 965.8
Wuerth Svenja 113.5 119.0
Neumayer Michael 136.5 132.0
Graessler Ulrike 126.0 120.0
Wellinger Andreas 121.5 125.0
2 JAPAN 961.6
Ito Yuki 115.0 124.5
Watase Yuta 133.5 123.0
Takanashi Sara 130.5 125.5
Takeuchi Taku 114.0 123.5
3 FRANCE 880.2
Lemare Lea 116.0 119.0
Mayer Nicolas 119.0 116.0
Mattel Coline 121.5 120.0
Descombes Sevoie Vincent 107.0 122.0
4 SLOVENIA 876.2
Vtic Maja 115.0 128.5
Dezman Nejc 127.5 112.5
Logar Eva 113.0 111.0
Pungertar Matjaz 119.0 131.0
5 CANADA 869.2
Henrich Taylor 122.0 103.5
Korek Dusty 121.5 112.5
Tanaka Atsuko 124.0 121.5
Boyd-Clowes Mackenzie 134.0 128.0
6 UNITED STATES 852.4
Jerome Jessica 112.0 121.0
Glasder Michael 107.5 117.0
Hendrickson Sarah 115.0 117.0
Fairall Nicholas 127.5 124.5
7 ITALY 826.7
Runggaldier Elena 111.0 116.5
Bresadola Davide 132.5 119.0
Insam Evelyn 110.5 111.0
Morassi Andrea 112.5 118.0
8 RUSSIAN FEDERATION 821.2
Gladysheva Anastasiya 101.5 98.0
Hazetdinov Ilmir 127.5 122.5
Avvakumova Irina 120.5 114.0
Kornilov Denis 124.0 125.0
9 AUSTRIA 368.8
Keil Katharina 85.5
Schiffner Markus 122.5
Seifriedsberger Jacqueline 129.5
Wohlgenannt Ulrich 118.5
10 CZECH REPUBLIC 351.8
Mikova Lucie 103.0
Koudelka Roman 130.5
Dolezelova Michaela 85.5
Hajek Antonin 129.5
LEGGI ANCHE  Salto con gli sci: finita l'attesa, è arrivata Ema Klinec

 

 

Seguici su Facebook e su Telegram

About A. Grilli (Kraut)

%d bloggers like this: