Salto: Koch doma il vento a Holmenkollen; video

In una gara-lotteria l’austriaco mantiene i nervi saldi e grazie alla sua regolarità fa sua la vittoria. Bardal fallisce una buona occasione ma resta leader della generale

Giornata soleggiata e primaverile a Holmenkollen, ma purtroppo anche molto ventosa e soprattutto con una brezza incontrollabile e imprevedibile.

Molte le sorprese fin dall’inizio, con il giovanissimo sloveno Hvala a piazzare un volo di 135,5 metri che sarà battuto, a livello di punti ma non di distanza, solo dal giapponese Ito.

Per un polacco alle prese con condizioni difficili (il più quotato Stoch), due suoi connazionali si illustravano con Zyla al terzo posto parziale e Maciej Kot al settimo. Il leader della generale, il norvegese Bardal, senza fare nulla di eccezionale si ritrovava quinto con oltre 15 posizioni di vantaggio sui rivali per la Coppa, Kofler e Schlierenzauer. Parecchi gli eliminati di lusso, a cominciare da Morgenstern e Koudelka, proseguendo con Takeuchi, Hlava, Koivuranta e purtroppo con i tre azzurri che avevano superato bene le qualificazioni.

Nella seconda manche permaneva un vento forte, sempre complessivamente favorevole per gli atleti me con raffiche laterali e variazioni di intensità improvvise che rendevano i gesti tecnici difficilmente controllabili.

LEGGI ANCHE  Salto: Hendrickson col telemark e due vincitori al maschile; video

Kofler recuperava posizioni con un balzo di 133 metri pur senza telemark e risaliva fino al 9° posto, superando perfino Bardal, il quale falliva l’occasione di chiudere il discorso Coppa con 2 gare di anticipo. Il norvegese resta comunque leader con 123 punti sul deludente Schlierenzauer, alla fine solo 16°.

Buon recupero anche per Stoch, dal 25° all’11° posto, mentre il miglior salto lo pescava il tedesco Freund, decimo dopo la prima manche, con 134 metri e un buon atterraggio. Dietro di lui andavano a inserirsi Kranjec e Freitag, mentre Kot perdeva qualche posizione.

Lo svizzero Ammann confermava il buon stato di forma andando a inserirsi in terza posizione, quindi Bardal di cui abbiamo già detto e poi Koch, che con un buon salto di 130 metri e ottimi punteggi di stile riusciva a mantenere metà del vantaggio accumulato su Freund nella prima manche.

Zyla e Hvala mancavano la conferma, restando comunque davanti a Kofler e Bardal, mentre Ito non riusciva nella tripletta dopo il successo di Trondheim di giovedì e quello di Lahti di domenica scorsa: solo 120 metri in condizioni difficili e quarto posto conclusivo che ne smorza le speranza di salire sul podio stagionale.

LEGGI ANCHE  Salto: Morgenstern raddoppia davanti a Schlierenzauer

Per Koch un’altra soddisfazione dopo la vittoria di Oberstdorf e le due medaglie ai mondiali di volo.

Da venerdì chiusura di stagione come tradizione sul grande trampolino di Planica, con 2 gare individuali inframmezzate da una a squadre.

Ito, al comando dopo la prima manche

Il salto vincente di Koch

Risultati

Holmenkollen, 11 marzo 2012

Coppa del mondo

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About A. Grilli (Kraut)

%d bloggers like this: