Salto: Schlierenzauer di misura; grande Morassi, settimo

Appuntamento in notturna a Harrachov, in Cechia, per la prima di 2 gare individuali e una a squadre che caratterizzano il weekend.

In questa località il vento cambia direzione repentinamente e con intensità, per cui spesso riesce difficile interpretare le classifiche e occorre analizzare nel dettaglio i diversi fattori che portano all’attribuzione dei punti.

Resta il fatto che, come sempre nel salto, è molto meglio avere il vento in faccia piuttosto che alle spalle se lo si sa sfruttare al meglio. E’ quanto ha fatto stasera Andrea Morassi, per due volte baciato dalla fortuna e per due volte abilissimo a impiegare le sue qualità di volo per raggiungere un magnifico settimo posto che conferma l’ottimo 8° di Lillehammer.

Nella prima manche clamorosa sorpresa con il salto disastroso dell’imbattuto Andreas Kofler, solo 23° malgrado condizioni non proibitive. Anche il connazionale Morgenstern falliva la prova ed era solo 16°. Per l’Austria non mancano le alternative, specie se si dispone di un campione come Gregor Schlierenzauer, che indovina un salto di oltre 140 metri e si porta nettamente al comando, precedendo il rientrante David Zauner, reduce da un infortunio al ginocchio che l’ha tenuto fuori per tutta la scorsa stagione. Terzo il giapponese Ito, in netta crescita, sul norvegese Bardal e il tedesco Freitag, molto costanti in quest’inizio di stagione. Settimo Morassi davanti a gente come Hilde, Freund e Stoch.

LEGGI ANCHE  Salto con gli sci: il gatto colpisce ancora

Seconda prova con Kofler e Morgenstern che risalgono solo fino al 18° e rispettivamente 9° posto. Da lodare l’atleta di casa Lukas Hlava, che per due volte si trova il vento sfavorevole ma fa di necessità virtù e e riesce a rimontare fino in ottava posizione. I migliori 7 della prima manche rimangono tali: Morassi atterra a 134 metri con un buon telemark e mantiene la posizione. Kranjec sopravanza Freitag, mentre Zauner deve cedere prima a Anders Bardal, poi a Daiki Ito, che realizzano i salti più lunghi. Schlierenzauer salta in un raro momento di calma, riuscendo a gestire la situazione e ottenendo quel tanto che gli basta per conservare il primo posto e timbrare il quarto successo austriaco in altrettante gare.

Nel dettaglio Schlierenzauer aveva 9,6 punti di vantaggio sul nipponico, ne perde 15,3 per gli 8 metri e mezzo in meno che ha saltato e 1,5 per lo stile, ma ne riprende 8,2 come compensazione per il vento meno favorevole: totale 17,8 – 16,8 = 1 solo punto di vantaggio.

LEGGI ANCHE  Salto: Schlierenzauer a quota 43 vittorie

Prossima gara individuale in programma domenica, mentre sabato sarà la volta della gara a squadre; inutile dire che gli austriaci sono i grandi favoriti.

 

Risultati

Harrachov, 9 dicembre 2011

4^ prova di Coppa del mondo

Classifica generale

Commenta

comments

Seguici su Facebook

About A. Grilli (Kraut)