Saturday , 31 October 2020

Salto: vince ancora Ito (con record); 2 azzurri nei 20

Il giapponese Daiki Ito si conferma e dopo Lahti espugna anche Trondheim con un secondo salto di 141 metri. Bardal allunga in classifica

La Coppa del mondo di salto torna in Norvegia dopo l’appuntamento di inizio stagione a Lillehammer. Condizioni ideali per una gara che si rivelerà tra le più belle di tutto l’inverno.

Emozioni fin dai primi salti con lo svizzero Grigoli che si mostra in netta crescita, il 39enne Kasai che è ancora competitivo, quindi l’azzurro Morassi incanta con un poderoso volo di 131,5 metri che gli garantirà per diverso tempo la leadership.

Bene anche Colloredo che commenta in diretta: “Ci siamo. Io e Andrea”. Prima dei top 10 belle prove di Koivuranta, quarto domenica e ancora in palla, e soprattutto dello svizzero Simon Ammann, doppio campione olimpico, che gara dopo gara si riavvicina ai vertici. Arrivano subito dopo le migliori prove della prima manche: Freund, 136 metri con vento leggermente da dietro; Ito, vincitore a Lahti e una volta di pià convincente; Freitag, che stacca tutti con il nuovo record del trampolino di Trondheim: 140,5 metri.

LEGGI ANCHE  Salto: Koch doma il vento a Holmenkollen; video

La lotta per la classifica generale, in questa stagione quanto mai avvincente, vede i 3 protagonisti lontani dal podio. Il leader Bardal è ottavo sull’impianto di casa, gli austriaci Kofler e Schlierenzauer lo seguono al 10° e 14° posto.

Seconda manche che scorre via senza problemi di vento; ancora stupendo Grigoli, che centra il miglior risultato in carriera ed entra nei 15. Poco meglio di lui il polacco Mietus, poi è la volta di Schlierenzauer che si riscatta con un salto splendido di 136 metri. Degli azzurri il migliore è Colloredo, che si conferma 16°, mentre Morassi scende dal 12° al 19° posto dopo uno stacco infelice dal dente.

Kofler supera il compagno di squadra Schlierenzauer, ma la sua rimonta non va lontano: Bardal lo sopravanza nettamente e compie così un’ottima operazione in classifica generale. Morgenstern e Stoch si inseriscono tra Bardal e gli altri, poi Ammann effettua un altro salto eccellente e riesce a portarsi al comando. Lo svizzero è sicuro di tornare sul podio dopo le prove di Koudelka (comunque ottimo) e Freund, che cade rovinosamente all’altezza della linea di outrun e perde almeno una dozzina di punti.

LEGGI ANCHE  Salto: due vittorie austriache con Schlierenzauer e Iraschko

E’ il momento di Ito ed è sua la prova vincente: 141 metri e record del trampolino ritoccato. Freitag si difende bene, ma non può nulla contro il giapponese che realizza così la doppietta nello spazio di 4 giorni.

Ora tutti sul trampolino di Holmenkollen, dove domani saranno già di scena le donne, per la prova di chiusura della loro prima Coppa del mondo.

Risultati

Trondheim – Granåsen, 8 marzo 2012

Coppa del mondo dopo 23 di 26 gare

 

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About A. Grilli (Kraut)

%d bloggers like this: