Sci Nordico: Pittin sfiora la vittoria a Seefeld

Secondo posto per il combinatista azzurro Alessandro Pittin, vicinissimo al francese Lamy Chappuis. Kofler torna alla vittoria nel salto, Cologna e Falla primi nelle sprint di fondo, Russia prima nel biathlon

 

Alessandro Pittin è andato vicinissimo quest’oggi a Seefeld alla prima vittoria in carriera nella Coppa del mondo di combinata nordica.
L’azzurro è uscito dal salto con il 14° posto a soli 52 secondi dal primo, l’austriaco Denifl, e soprattutto davanti ai migliori fondisti.
Insieme al giapponese Watabe ha recuperato in pochi chilometri il distacco dal gruppo di testa, comandato dai francesi Lamy Chappuis, Braud e Laheurte.
Pittin si è dolcemente inserito alle spalle dei primi e ha preso il comando a 2,5 km. dal termine, accelerando in progressione. Poche centinaia di metri dopo, il friulano ha attaccato con decisione su un tratto duro di salita e il solo Lamy Chappuis è stato in grado di seguirlo.
A un chilometro dall’arrivo un brivido per l’azzurro con la rottura di un bastoncino, sostituito al volo. Da lì l’azzurro ha però dato l’impressione di aver smarrito le energie dopo un weekend intensissimo con il secondo posto nel team sprint e il terzo di ieri; così Lamy Chappuis ha avuto gioco facile ed è andato a prendersi la tripletta. Per Pittin un risultato comunque straordinario prima della meritatissima pausa natalizia.
Al terzo posto è riuscito a piazzarsi il norvegese Graabak, che ha approfittato del ritmo lento davanti per tornare sotto dalla 23a posizione dopo il salto.
Lamy Chappuis incrementa il vantaggio in classifica sui diretti avversari.

LEGGI ANCHE  Biathlon: Pokljuka in festa per lo sprint di Fak; video

Per il fondo, giornata meravigliosa in Slovenia con sole brillante e cielo azzurro a illuminare la neve caduta nei giorni precedenti.

I vincitori di Davos non sono stati in grado di ripetersi; Aleksej Petuhov ha pagato una partenza troppo prudente nella semifinale, non riuscendo a trovare lo spazio per farsi avanti nel finale, mentre Kikkan Randall è caduta poco dopo la partenza della finale a seguito di un contatto con lo sci destro della russa Korosteleva.
L’atleta dell’Est ha proseguito al comando cercando di imporre un ritmo che mettesse in difficoltà le avversarie, ma alla fine è stata lei a pagare lo sforzo lasciando campo libero alla norvegese Falla, agevolmente in grado di mantenere  il primo posto fino al traguardo sulla campionessa olimpica di Torino, la canadese Crawford, e sulla svedese Ingemarsdotter, milgior tempo in qualificazione.

Deludenti la russa Matveeva, fuori nei quarti, e assente la svedese Brodin.
Eliminate nei quarti anche le due azzurre che entrano in zona punti, Vuerich e Brocard.

LEGGI ANCHE  Biathlon: prima vittoria russa nella staffetta maschile

La gara maschile vede gli azzurri Pellegrino e Hofer uscire in semifinale, di pochi centimetri il primo dopo una coraggiosa gara di testa, in ultima posizione dopo un inciampo sull’ultima salita il secondo, quando stava recuperando posizioni.
Incoraggianti le loro condizioni di forma, che lasciano buone speranze per la tappa milanese di metà gennaio.

In finale arrivano 4 norvegesi, il russo Morilov e lo svizzero Cologna.
Subito tagliato fuori Brandsdal, va in testa Morilov su Cologna.
Il russo è scatnato e taglia fuori i norvegesi, ma non l’elvetico che ai 200 finali esce dalla sua scia e va a vincere con facilità.
Ottimo risultato per Cologna, un’iniezione di fiducia in vista delle numerose prove sprint che costelleranno l’imminente Tour de Ski.

Nel salto torna alla vittoria il leader della Coppa, l’austriaco Andreas Kofler. Grazie alla sua regolarità, Kofler ha preceduto il polacco Stoch, autore di un prodigioso recupero dal 9° posto parziale, e il vincitore di ieri, il norvegese Bardal. Qualche problema per gli austriaci Schlierenzauer e  Morgenstern, quarto e quinto, e atterraggio infelice per il tedesco Freitag, che riesce a non toccare terra col corpo, ma perde i punti decisivi per vincere e finisce sesto.
Ancora una buona prova per l’azzurro Colloredo, undicesimo nella prima manche e retrocesso di alcune posizioni nella seconda.

LEGGI ANCHE  Salto con gli sci: Calendario 2012-13, Coppa del mondo e Mondiali in val di Fiemme

 

Infine, nel biathlon spettacolare gara di staffetta mista a Hochfilzen. Vittoria al quarteto russo, che ha schierato le donne più in forma (Viluhina e Zaitseva, la quale centra così il terzo successo in 3 giorni) e gli uomini meno quotati, Volkov e Shipulin, i quali hanno però risposto alla grande con prestazioni eccezionali al tiro e un ritmo valido nel fondo.

Nella prima fase di gara hanno comandato le polacche, poi con le frazioni maschili sono emersi i russi, seguiti dalla Francia, battuta nel finale da una sorprendente Cechia. Buon settimo posto per l’Italia, che poteva arrivare anche al podio o perlomeno al quarto posto, ma Lukas Hofer è incorso in un giro di penalità nella terza frazione.

La Coppa del mondo torna il 4 gennaio con le gare di Oberhof (Germania)

 

Risultati sci nordico e biathlon

Combinata nordica

Seefeld, 18 dicembre 2011

Coppa del mondo

Fondo

Rogla, 18 dicembre 2011 – Sprint freestyle

Donne

Coppa del mondo

Coppa sprint

Uomini

Coppa del mondo

Coppa sprint

Salto

Engelberg, 18 dicembre 2011

Coppa del mondo

 

Biathlon

Hochfilzen, 18 dicembre 2011

Staffetta mista

Commenta

comments

Seguici su Facebook

About A. Grilli (Kraut)