Serie A a rischio. Tommasi: “Senza firma non si parte”

Ci risiamo, come ormai ogni anno in questo periodo. E’ di nuovo battaglia tra assocalciatori e lega e così anche questa stagione si rischia seriamente di non partite con il campionato di calcio. Il presidente dell’Aic, Damiano Tommasi, si era detto fiducioso ed era sicuro al 99% che si sarebbe trovato un accordo. Parole dette una settimana fa, durante il sorteggio dei calendari. Ma dopo una settimana ancora nessun incontro e nessuna firma sul contratto collettivo quindi Tommasi minaccia lo sciopero. “Ho girato quasi tutti i ritiri della massima serie e c’è unità di intenti. A nessuno piace non giocare, ma senza la firma la serie A rischia seriamente di non partire” ha dichiarato l’ex giocatore della Roma.

Il tutto era cominciato un anno fa quando nell’estate 2010 fu Campana a lanciare l’allarme che l’accordo collettivo era scaduto, promettendo serie proteste. Per tutto il campionato siamo sempre stati ad un passo dallo sciopero che venne scongiurato nel dicembre 2010, solo grazie alla promessa della Lega di stralciare dall’accordo il punto sui fuori rosa, che sarebbe stato trattato successivamente con la regia di Abete. Ma poi la retromarcia e la nuova rottura. Sarà quindi ancora una calda estate di calcio non giocato, ma solo di parole e battaglie.

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About Andrea Izzo

Appassionato di calcio e di musica, ex nuotatore che si dilettava sui campetti di periferia cercando di imitare, con scarsi risultati, gli idoli Roberto Baggio e Manuel Rui Costa. Sin dalla sua nascita ho collaborato come redattore per Gamefox Network che mi ha fatto scoprire la passione per la scrittura e per il web.
%d bloggers like this: