Thursday , 23 September 2021

Serie D: i playoff che contano

E’ stato reso noto il regolamento con il quale si disputeranno i playoff del Campionato Nazionale Dilettanti. Da un lato serviranno a creare una graduatoria  per i ripescaggi nella Legapro della prossima stagione a 69 squadre. La novità è che molto probabilmente il vertice della graduatoria consentirà di essere promossi anche perchè ogni anno è molto probabile che qualche compagine non si iscriva. Dall’altra parte però questa classifica sarà l’unico fattore valido. A nulla varranno il bacino d’utenza o la storia; e ricordiamo che tra i dilettanti di quest’anno  troviamo comnpagini nobili come Ancona Messina Spal e Cosenza. In particolare i calabresi l’anno scorso avevano sognato  i ritorno in Serie C visto il passato glorioso ed un folto pubblico.

Si comincia il 12 maggio. Partono  le classificate dalla seconda alla quinta di ognuno dei 9 gironi con gara secca in casa della miglior classificata. Gli accoppiamenti si compongono in 2′ contro la 5′ e 3′ contro la 4′ Le 18 vincenti accedono alla seconda fase del 15 maggio. Gli accoppiamenti verranno effettuati secondo il famoso criterio di vicinanza secondo il quale molto probabilmente una squadra piemontese incontrerà un avversario ligure.  Chi gioca in casa è colui che ha ottenuto un miglior piazzamento nella stagione regolare

Le nove rimanenti accedono alla fase 3 della competizione,19 maggio. A queste si aggiunge la migliore semifinalista perdente in Coppa Italia che viene determinata  grazie al coefficiente  di punti ottenuti nella competizione durante i 90 minuti nella competizione rispetto all’altra semifinalista. In caso di coefficiente in parità si ricorrerà  alla differenza reti.  Vengono stabilite 5 teste di serie in base  sempre al piazzamento in classifica. Alla quarta fase arrivano le 5 vincenti delle fase precedente più la perdente della finale di coppa. Questa fase si disputerà il 26 maggio

Il 2 giugno sono in programma le semifinali alle quali si aggrega la vincente della coppa ed il 9 giugno in campo neutro ci sarà la finalissima che come detto probabilmente riserverà un posto in seconda divisione. Va ricordato che in caso di parità dopo il novantesimo si andrà ai supplementari ma non ai rigori. Si qualificherà dopo il 120′ chi si è meglio piazzato in campionato.  Nel caso in cuiuna o più squadre derivanti dalla coppa fossero anche qualificate per gli spareggi sarebbe ripescata le 6′ classificata nel girone di appartenenza

 

 

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About Stefano beccacece

%d bloggers like this: