Wednesday , 27 October 2021

Serie D: tutti i verdetti possibili nel Girone F

Siamo a 90 minuti dall’epilogo della stagione regolare del campionato di Serie D e vogliamo dare uno sguardo ai vari modi in cui potrebbe concludersi il Girone F.

VITTORIA DEL TORNEO: dopo una rincorsa durata per quasi tutta la stagione, la Sambenedettese ha sopravanzato la squadra laziale del  San Cesareo. I romani hanno impattato a Civitanova per 0-0 mentre i marchigiani hanno superato a fatica l’Isernia per 3-2 sul proprio terreno. La classifica attuale dice Sambenedettese 68, San Cesareo 67. I marchigiani sono favoriti essendo in testa ed andando sul campo apparentemente abordabile della Recanatese, la quale però, come vedremo meglio in seguito, non può permettersi un errore altrimenti quasi certamente sarà condannata alla retrocessione diretta. Il San Cesareo gioca in casa col Celano che in ogni caso giocherà gli spareggi per non retrocedere trovandosi  quartultimo  e non potendo nè salvarsi subito nè retrocedere direttamente.   Se la Samb vince è campione; pareggiando potrà contare sul pareggio o la sconfitta dei romani, che sarebbero campioni  ottenendo più punti dei rivali nell’ultimo turno. Ma se clamorosamente la Recanatese dovesse imporsi nel derby marchigiano, allora ai laziali basterebbe un punticino. In caso di parità infatti il San Cesareo avrebbe il vantaggio del maggior numero di gol fatti in trasferta (1-1 a Roma e 3-3 a San Benedetto)

PLAY OFF: la zona playoff del girone F è già decisa. Vi accederà la  seconda del girone, quindi o San Cesareo o Samb, insieme alle classificate terza quarta e quinta, quindi Termoli, Maceratese e Vis Pesaro. Termoli e Maceratese sanno di scontrarsi negli spareggi , ma ancora non è stato determinato chi giocherà in casa in virtù del miglior piazzamento in classifica. I favoriti  per la terza piazza sono i molisani avendo 65 punti contro i 63 degli avversari avendo inoltre un turno sulla carta semplice in casa del già retrocesso San Nicolò. La Maceratese andrà invece sul campo di una grande Agnonese che ha espresso un gran gioco per tutta la stagione sfiorando gli spareggi promozione.

LEGGI ANCHE  Serie D: calendario e composizione girone A

*Va  aggiunto che la Vis Pesaro ha il posto assicurato nei play off  anche grazie alla cosiddetta  Sentenza Bellucci “ . In sintesi nel gennaio 2013 l’Ancona batte la Vis Pesaro per 1-0 ma tra le file doriche c’è anche l’attaccante Luca Bellucci ex giocatore della Vis che a luglio era passato al Teramo in Legapro. Ancona Vis è stata ribaltata (0-3 a tavolino) proprio per la presenza nella  formazione anconetana di un giocatore che non poteva essere tesserato, in quanto il regolamento vieta ad un calciatore divenuto professionista di tornare tra i dilettanti nella stessa stagione

SPAREGGI SALVEZZA:  In fondo alla classifica sono già state emesse due sentenze. Sono retrocesse aritmeticamente la laziale Città di Marino e l’abruzzese San Nicolò. In  zona retrocessione sono previsti da un minimo di uno ad un massimo di 2 spareggi per non retrocedere  da disputarsi con la formula del “Andata e ritorno”. Va precisato che Quartultima e quintultima giocano la propria sfida, mentre terzultima e sestultima si sfidano solo se tra di esse non sussiste un divario di almeno 10 punti Fatta tale premessa, andiamo a vedere quali sono le squadre invischiate nella lotta per non retrocedere in ordine crescente: Recanatese 29,  Celano 32, Isernia 35, Amiternina ed Angolana 37, Civitanovese 39. Andiamo ad analizzare caso per caso: la Recanatese  è quasi spacciata nello scontro “Mors tua vita mea” contro la Sambenedettese;  i leopardiani possono permettersi di non vincere ed andare agli spareggi solo se non dovessero vincere le squadre a 37 punti ovvero Amiternina ed Angolana. L’Amiternina ha in casa il Marino già retrocesso  mentre l’Angolana giocherà con la Civitanovese che con un punto sarebbe risparmiata dall’incubo  spareggi ma anche perdendo avrebbe molte possibilità di essere salva avendo esattamente 10 punti più della Recanatese che verosimilmente perderà contro la Samb. Dunque prevediamo che la partita Angolana-Civitanovese si “sistemerà” una volta confermato il due fisso sul campo di Recanati Il Celano sarà comunque costretto a disputare gli spareggi indipendentemente dal risultato a San Cesareo; resta da stabilire il suo avversario. Al momento la squadra della Marsica se la vedrebbe con l’Isernia che ha 35 punti. Ma se l’Isernia dovesse battere il Fidene nell’ultimo turno ed una tra Amiternina ed Angolana dovesse essere sconfitta, allora l’avversario cambierebbe Anche in caso di arrivo a pari punti con la Recanatese il Celano non potrebbe soccombere  perché nel peggiore dei casi i punti dalla sestultima non potrebbero essere più di 8. Per l’Isernia c’è una minima possibilità di evitare gli spareggi, ma ciò accadrebbe soltanto in caso di vittoria e di contemporanea sconfitta di Amiternina  ed Angolana. L’Amiternina battendo il Marino sarebbe salva e l’impresa non è così ardua, mentre l’Angolana deve fare attenzione alla Civitanovese, ma il destino di queste due sarà determinato soprattutto dall’incontro di Recanati, come già detto. Difatti la Civitanovese è praticamente salva, potrebbe essere risucchiata solo in caso di sconfitta, della contemporanea vittoria dell’Amiternina e della clamorosa non vittoria della Sambenedettese

LEGGI ANCHE  Programma e calendario della Poule Scudetto di Serie D

Ciò detto, ora affidiamoci agli ultimi 90 minuti di passione della stagione regolare da cui usciranno importanti verdetti. Buona fortuna alle contendenti ad ai loro tifosi

 

 

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About Stefano beccacece

%d bloggers like this: