Stephan El Shaarawy, il piccolo faraone, che fa impazzire mezza serie A

Il talento del Padova, Stephan El Shaarawy, di proprietà del Genoa ma in prestito ai veneti, è il nuovo talento italiano che si sta mettendo in mostra nella nostra serie B.

Il ragazzo nasce a Savona il 27/10/1992 da padre egiziano e madre italiana, e fin da piccolo gioca a calcio, prima nel Legina, poi approda nelle giovanili del Genoa. Con la primavera del grifone vince Coppa Italia e Supercoppa nel 2008/2009, mentre l’esordio in serie A avviene il 21/12/2008 in Chievo-Genoa, a soli 16 anni. Nella stagione 2009/2010 vince il campionato primavera.

Il Genoa, che crede fortemente nelle qualità di questo giovane, lo manda giustamente a farsi le ossa a Padova, in serie B, per la stagione 2010/2011. L’inizio non è facile, anche perché gli viene diagnosticata una tendinopatia rotulea verso ottobre, tipica per un ragazzo che è in fase di crescita. Comunque, svolge un ottimo girone di ritorno, con prestazioni in crescendo che gli permettono di chiudere la regular season con 7 reti realizzate in 25 gare. Sicuramente, il cambio di panchina a Padova con l’arrivo di Dal Canto lo ha definitivamente lanciato nel mondo dei professionisti.
Durante le semifinali playoff, il faraone mette in luce tutte le sue qualità, realizzando anche una doppietta nel 3-3 a Varese che consente al Padova di qualificarsi per la finale playoff, e giocarsi quindi un posto per la serie A.

Tatticamente, El Shaarawy è un classico esterno d’attacco, bravissimo nell’uno contro uno e nel dribbling, bravo sia a finalizzare che a servire assist per i compagni. Ma è soprattutto da un punto di vista mentale che questo ragazzo si sta mettendo in luce: umile, coi piedi per terra, si mette a servizio della squadra, dedicandosi molto anche alla fase difensiva, tanto che qualcuno ipotizza un suo impiego come esterno di un 4-4-2, mentre oggi gioca esternamente in un 4-3-3.

Stephan sicuramente la prossima stagione la giocherà in serie A. Sono molti i club che hanno messo gli occhi su questo giovane, anche se probabilmente tornerà al Genoa per essere valorizzato, a meno che il Padova non riesca effettivamente ad essere promosso nella massima serie. L’Inter è il club italiano che ha più voglia di acquistare almeno la compartecipazione del suo cartellino.

Il suo sogno è giocare nel Real Madrid: sicuramente, se continua così, questo sogno potrà diventare realtà.

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About Marco Ferri

Amante dello sport ma sopratutto appassionato di calcio e tifoso del Milan da sempre. Dal 2017 ho iniziato la mia avventura nel giornalismo sportivo, entrando a far parte della redazione di DirettaRadio.
%d bloggers like this: