Sunday , 25 October 2020

Anconitana: vogliamo vivere anche quest’anno col ” vedrete che”?

E dire che era lecito essere contenti di riavere in campo l’Anconitana. Non si giocava da 7 mesi, e a causa del Covid era stato negato ai biancorossi il terzo tentativo di mettere la scorsa stagione sui giusti binari.

Ma dopo la prima giornata,l’unica cosa bellissima di quest’Anconitana è la maglia,, che comunque già godeva dell’amore incondizionato dei suoi tifosi.

Già da ora non resta che sperare. Sperare che la rosa venga completata, perché la panchina di ieri a Marina non sembrava essere quella di una squadra da primo posto, sperare la formazione titolare cominci ad essere incisiva, e sperare che anche la sfortuna – dopo due pali, un miracolo del portiere e un paio di salvataggi sulla linea – si approssimi ad altri lidi.

Una squadra da primato non può non essere completa ad inizio stagione.  Ma soprattutto: vogliamo vivere anche quest’anno sul “vedrete che”? Dall’anno scorso si viaggia nella costante attesa: “Vedrete che col nuovo allenatore”, “Vedrete che col mercato di dicembre”, “vedrete che col mercato estivo”, “vedrete che con gli acquisti che arriveranno”.

Pronti via,sconfitta, sconforto e attesa di qualcuno che raddrizzi la situazione. Essere al secondo anno di Eccellenza quando sei l’Ancona non è edificante. Vivere d’attesa – fra i dilettanti – potrebbe essere stancante anche per i più tenaci.

Stefano Beccacece  (On Twitter @Cecegol)

 

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About Stefano beccacece

%d bloggers like this: