Monday , 27 May 2024

Ciclismo: In Spagna è tempo di Vuelta, Nibali cerca il bis

L’attesa è finalmente terminata. Si alza il sipario sulla 66^ Vuelta di Spagna, il terzo ed ultimo dei grandi giri della stagione. 3300 Km da percorrere nell’arco di tre settimane per la gioia dei tanti appassionati di ciclismo. L’Italia spera in un nuovo successo di Nibali come avvenne lo scorso anno.

PERCORSO: Si partirà con una cronometro a squadre da Benidorm, nella provincia di Alicante dove Gianni Bugno nel 1992 vinse il suo secondo titolo iridato.  L’HTC è favorita per conquistare la prima maglia rossa. Domenica 21 spazio ai velocisti nell’arrivo di Playas de Orihuela. Cavendish lo scorso anno realizzò una tripletta sulle strade spagnole e sarà l’uomo da battere allo sprint. Assente Greipel, la parte dell’antagonista toccherà a Farrar, con un occhio di riguardo al nostro Petacchi. La strada inizierà a salire dalla terza tappa con l’Alto de La Santa. La Sierra Nevada e le montagne dell’Andalusia, invece, daranno le prime indicazioni per la classifica generale. Pianura giovedì e venerdì per recuperare e poi la prima settimana di gara chiuderà con la Sierra de Bejar e la crono a Salamanca.

Giornata di riposo il 3o agosto perchè il giorno dopo toccherà scalare la Manzaneda in Galizia. A Pontevedra nuovamente protagonisti i velocisti, mentre a Ponferrada ci potrebbe essere spazio per una fuga per uomini staccati in classifica generale. Successivamente si ritornerà nuovamente a salire sulle Asturie con il terribile Alto de San Lorenzo e l’Alto de Angliru.

Una seconda giornata di riposo e la tappa in pianura di Haro precederanno le ultime fatiche dei ciclisti: la salita di Pena Cabarga ed il passaggio nei Paesi Baschi dove l’attenzione sarà soprattutto per l’Euskaltel, la squadra di casa. Passerella finale a Madrid l’11 settembre.

PROTAGONISTI: Non sarà facile ripetersi per Vincenzo Nibali. Il siciliano ha chiuso al 3° posto il Giro d’Italia, tenendo brillantemente testa a Contador. Tanti sono gli avversari con cui scontrarsi, partendo dai due spagnoli Anton e Rodriguez, attesi dal pubblico di casa. Tra i probabili uomini da podio c’è “L’Aquila di Filottrano” Michele Scarponi, vincitore alla Tirreno-Adriatico e secondo al Giro. Scarponi torna a correre la Vuelta a sei anni di distanza. Promette bene anche Denis Menchov che la Vuelta l’ha vinta per ben due volte. Da valutare Wiggins e Brajkovic, reduci entrambi da due brutti infortuni all’ultimo Tour.

Seguici su Facebook e su Telegram

About Marco Ferri

Amante dello sport ma sopratutto appassionato di calcio e tifoso del Milan da sempre. Dal 2017 ho iniziato la mia avventura nel giornalismo sportivo, entrando a far parte della redazione di DirettaRadio.