Monday , 27 September 2021
Foto di Mike da Pexels

DAZN e Sky: il calcio di serie A al centro della sfida sui diritti televisivi

La competizione sulla trasmissione dei match calcistici di serie A per le prossime stagioni accende la gara tra i maggiori operatori accreditati del settore, e riporta all’attenzione una crescente attitudine verso la formula dello streaming in ambito sportivo, che negli ultimi anni ha fatto registrare un picco di accesso degli utenti, sia per l’iniziativa dei semplici tifosi o appassionati – sempre più “multimediali” e votati al web – che per le proposte provenienti non solo dalle TV, ma anche da altri soggetti in campo, come i bookmakers.

Partendo dalle ultime notizie riguardanti i diritti di trasmissione del calcio di serie A, oggi come oggi al centro delle cronache si pone la questione del testa a testa tra Sky e DAZN per quanto concerne appunto la trasmissione dei match 2021-2024 relativi al calcio di serie A. Una decisione, quella della Lega in primis, che tiene in considerazione sia il riscontro di utenza – in questo caso, DAZN, è indiscusso leader, riconosciuto anche dai presidenti dei principali club – ma anche le garanzie tecnologiche di effettiva capacità di trasmissione in streaming.

Sì, perché, come si è detto, e indipendentemente dalla situazione di emergenza globale, lo streaming si è affermato negli anni quale forma privilegiata di visione degli incontri di calcio, grazie all’atteggiamento sempre più tecnologico dei fan, ma anche per mezzo delle proposte di alcuni operatori, non soltanto appartenenti all’ambito delle TV. Partendo dai dati generali, i numeri rispetto al successo dei contenuti on demand non possono prescindere dal successo di DAZN, piattaforma che in Italia, nel 2019, a un solo anno dall’esordio, aveva già all’attivo più di 80 milioni di ore di streaming, dominate proprio dalla visione del calcio in diretta (tra Liga e Serie A TIM).

In generale però, rispetto all’attitudine verso la visione di contenuti di calcio in streaming, anche altri operatori del settore, nel tempo, hanno fatto la propria parte, come confermano le proposte di alcuni bookmakers legali e approvati da AAMS (ora ADM), tanto che ormai, uno dei parametri per riconoscere le migliori scommesse sportive, oltre alle quote e alla diversificazione delle giocate, è anche quello del live streaming. Ne è un esempio la proposta di SNAI connessa al calcio in streaming, con un’offerta di campionati, inseriti nella sezione “Top”, che spazia dalla Liga alla Bundesliga, fino alla Ligue 1.

Nella sua complessità, dunque, lo scenario riguardante i diritti di trasmissione è interessante e decisamente attuale. Anche e soprattutto in attesa dei prossimi campionati Europei e delle Olimpiadi, posticipati al 2021.

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About Luca Landoni

Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia, mi occupo di sport, musica, spettacolo, politica, gossip e cultura: insomma, tutto e il contrario di tutto. Amante degli sport olimpici e del calcio minore. Ho praticato calcio, tennis, atletica leggera, tiro con l'arco, tennistavolo e Pokemon GO. Milanese emigrato, vivo in Trentino. Contatto: info@direttaradio.it
%d bloggers like this: